Il biologico in Italia conquista tutti, anche fuori casa

di Massimiliano del 23 Febbraio 2011

Il cibo bio è diventato un virus, benefico e positivo s’intende, che s’insinua e conquista sempre più spazi. E non solo quelli classici dei canali specializzati ma si allarga anche nei bar e conquista gli ambienti gastronomici di alcune grandi librerie. Senza dimenticare le mense scolastiche. Nel 2010 le bio mense per  studenti sono 872 (+4% sul 2009). Peccato che la concentrazione sia soprattutto al Nord dove si contano 605 mense che rappresentano ben il 69% del totale. Al Sud le briciole.  In totale nel 2010 sono stati sfornati e consumati 1.053.000 pasti (+2,2%) per un totale annuale che supera i 210 milioni. Un bel business, anche.

Il biologico in Italia conquista tutti, anche fuori casa

I dati sono stati forniti a Rimini alla fiera Sapore, dedicata alla ristorazione extra-domestica. Un appuntamento che in questa edizione ha concentrato il suo interesse sull’attualissimo  tema del “biologico fuori casa, nuova opportunità per il settore”.  Confronto promosso  da Ccpb mentre i dati sono della rilevazione Bio Bank che ha censito 434 locali  (con almeno il 70% di prodotti e materie prime bio) che rappresentano un + 7,5% rispetto al 2009.

Il campione: dei 434 locali censiti 246 sono ristoranti bio e 188 agriturismi bio con ristorante. La suddivisione territoriale si articola in questo modo: al Nord (221); Centro (132) mentre Sud (61) e Isole (20) sono il finalino di coda. Tra le regioni svetta   l’Emilia-Romagna con 76 locali (46 ristoranti e 30 agriturismi) seguita da Lombardia con 54 (49 ristoranti, 5 agriturismi) e Lazio con 40 (29 ristoranti, 11 agriturismi). In Molise, invece, non sono stati ufficialmente censiti  ristoranti o agriturismi bio.

Le novità sono rappresentate dalle nuove tipologie dei locali: al tradizionale negozio biologico più ristorante si aggiungono biobar, negozio di prodotti ecologici, bottega del commercio equo-solidale, centro benessere, libreria. Insomma, un’offerta a 360 gradi. Negli agriturismi sono sempre di più le attività didattiche ed eco ludiche. Ma i prodotti bio trovano spazio anche nelle grandi librerie metropolitane (quella delle Coop con Eat Italy a Bologna per esempio).

Ma la  novità più lieta è che il bio conquista anche le mense scolastiche: in Italia nel 2010 se ne contano 872 (+4% sul 2009) con una, ancora una volta, predominanza  al Nord (605 per il 69% del totale).

Per scoprire tutto il bio vicino a casa tua:

{ 2 comments… read them below or add one }

salvo marzo 7, 2011 @ 12:46 pm

Personalmente lo trovo molto saporito. Ma quand’anche fosse vera la tua impressione, ci sarebbe da preoccuparsi se abbiamo bisogno di additivi chimici per sentire i sapori :-/

Rispondi

Attilio marzo 7, 2011 @ 11:28 am

Peccato, però, che al nord, anche le cosiddette verdure bio sappiano di cartone!!

Rispondi

Leave a Comment