Notizie

Dopo il Forum Mondiale dell’Acqua a Marsiglia: facciamo il punto

Dal 12 al 17 marzo, si è svolto a Marsiglia, in Francia, il sesto Forum Mondiale dell’Acqua (FME), un importante riconoscimento per la cultura dell’acqua tipica della Francia e, in particolare, della stessa Marsiglia, capitale mondiale dell’acqua dal 1996.

Dopo il Forum Mondiale dell’Acqua a Marsiglia: facciamo il punto

LO SAPEVI? Oggi 22 Marzo 2012 è la Giornata Mondiale dell’Acqua

Il Forum Mondiale dell’Acqua è una manifestazione che si tiene ogni 3 anni, dal 1997, per cercare di analizzare e sviluppare una visione di lungo periodo e di ampio raggio su una risorsa evidentemente indispensabile. In questa occasione, si riuniscono, intorno ad un tavolo di confronto internazionale, governi e rappresentanti politici, compresa la Santa Sede, enti territoriali, aziende multinazionali del settore privato e diversi attori della società civile, come organizzazioni non governative e gruppi di ecologisti, per cercare risposte valide a una domanda che si fa sempre più pressante: come garantire a tutti i cittadini nel mondo il necessario accesso all’acqua potabile?

Le cifre, in termini globali, sono da capogiro: ad oggi, infatti, circa un miliardo di persone non ha accesso all’acqua potabile e altri 2 miliardi non dispongono di acqua sana e, per questa ragione, sono più di otto milioni gli esseri umani che, ogni anno, muoiono a causa di malattie legate all’acqua. Non solo: secondo uno studio dell’Ocse, presentato proprio a Marsiglia, la domanda mondiale di acqua aumenterà del 55% da qui al 2050, a causa della rapida crescita demografica e dell’incremento esponenziale dell’urbanizzazione, ed è quindi urgente elaborare al più presto un piano globale per utilizzare l’acqua in modo razionale, responsabile e solidale, oltre che fissare tariffe adeguate alla preziosità del bene e utili anche a scoraggiarne lo spreco.

Poiché il World Water Forum è organizzato su iniziativa del Consiglio Mondiale dell’Acqua, ‘accusato’ dagli attivisti ecologisti delle reti mondiali “pro acqua pubblica” di essere un burattino mosso dalle mani capaci, e rapaci, delle potenti Multinazionali del servizio idrico, molte sono le contestazioni che hanno accompagnato la manifestazione ufficiale: parallelamente alla stessa, infatti, nella stessa Marsiglia e negli stessi giorni, si è tenuto un forum alternativo, il FAME (Forum Alternativo Mondiale dell’Acqua, appunto), nato in seno ad un movimento civile spontaneo, mondiale e multiforme che, da anni, lotta a favore di una gestione ecologica e democratica dell’acqua, affiancando i momenti ufficiali con iniziative di pacifica contestazione, tavole rotonde di confronto, atti di denuncia e di protesta. E’ anche grazie alla loro attività di sensibilizzazione che, il 29 luglio 2010, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha riconosciuto l’acqua come uno dei diritti fondamentali di ogni uomo.

Per conoscere più a fondo il movimento e le sue iniziative è possibile consultare il sito: www.fame2012.org

Articoli correlati:
Salvare l’Acqua: Contro la privatizzazione dell’acqua in Italia
Charity Water: quando un’immagine dice tutto da sola
Referendum Acqua Pubblica: raggiunto il quorum delle firme, Cassazione dà via libera

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close