Il mitico maggiolone Volkswagen ora è elettrico e fa da 0-100 in 1.6 secondi!

di Andrea Morale del 28 giugno 2011

Sembra una notizia di cronaca surreale, eppure il famoso, storico maggiolone della Volkswagen (modello Beetle color nero del 1965), sospinto da un motore elettrico, ha battuto il record in precedenza detenuto dalla Bugatti Veyron, con combustione a benzina, l’auto più veloce del mondo, che su lunghi tragitti eguaglia la velocità massima di 264 mph, cioè 425 km/h.

Il mitico maggiolone Volkswagen ora è elettrico e fa da 0-100 in 1.6 secondi!

Il “maggiolone” progettato dai due fratelli del Berkshire nel Regno Unito, Olly e Sammy Young, ha raggiunto, da fermo, i 100 km/h in soli 1,6 secondi, contro i 2,6 della Bugatti.

Ma non è tutto. Durante l’evento la Beetle ha raggiunto la velocità massima di 133 mph (214 Km/h) ed un quarto di miglio (1 miglio è circa 1,6 Km) in 9,51 secondi.

Il più grande mito che gira su Internet è che la Black Current III, cosi è stato definito il prodigioso terzo prototipo della serie, sia stata equipaggiata con un motore di un camion elettrico inglese per il trasporto del latte (in uso nel Regno Unito tra il 1940 e il 1980, aveva un propulsore elettrico molto lento, usato per fornire latte e altri generi alimentari alle famiglie la mattina presto).

Con tale risorsa la velocità massima sarebbe stata di soli 55 mph, (circa88 km/h) ed 1/4 di miglio sarebbe stato raggiunto in non meno di 21 secondi, in antitesi con i risultati stratosferici registrati.

Black Current III

Black Current III

Al contrario, Black Current III si avvale di due motori NetGain Impulse9, costati quasi 10.000 dollari, costruiti appositamente dallo specialista per drag racing, Jim Husted.

Il pacco batteria ultraleggera, anch’esso appositamente realizzato, è al litio ossido di cobalto, in grado di produrre fino a 680 kilowatt di potenza.

Grandi spiragli per il futuro della motoristica elettrica quindi anche a livello di prestazioni estreme come potete vedere nel video sotto!

Articoli correlati:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment