Notizie

In 300.000 per difendere l’acqua e dire basta al nucleare!

Il 26 marzo a Roma c’erano 300.000 persone (secondo gli organizzatori) per difendere il referendum abrogativo sulla privatizzazione dell’acqua e sulla realizzazione di nuove centrali nucleari previsto il 12-13 giugno 2011. Striscioni, cappelli a forma di rubinetto, slogan, folla ondeggiante, giovani e non solo.

In 300.000 per difendere l’acqua e dire basta al nucleare!

La piazza di San Giovanni in Laterano era gremita di gente, ma pochi politici contro tanti volontari e associazioni ambientaliste. C’erano anche i rappresentanti dei lavoratori del settore (circa 150.000 posti). Il comitato Vota si per fermare il nucleare uralva il suo grido di battaglia “Fukushima, Chernobyl,Three Mile Island: il nucleare sicuro è una bugia”! I sindaci e i cittadini che già hanno sperimentato sulla propria pelle cosa vuol dire privatizzare questa risorsa preziosa, si raccontavano di quanto fossero cresciute le tariffe municipali e di come il servizio fosse peggiorato.

Mobilitiamoci anche noi per impedire che le risorse idriche naturali finiscano nelle mani di chi le vuole trasformare in business a scapito di tutti noi! Non facciamoci prendere in giro dagli imbonitori pseudo-scientifici che promettono grande energia e totale sicurezza grazie al nucleare!

Rossella

Fondatrice e responsabile editoriale, è da sempre interessata al tema della sostenibilità ed in particolare ai temi di casa e giardino. Dopo la nascita la maternità ha sentito l’esigenza di un sito come tuttogreen.it per dare delle risposte alla domanda “Che mondo stiamo lasciando ai nostri figli?”. Ha quindi deciso di trasformare tuttogreen.it in un impegno più serio e dopo poco, presa dall’entusiasmo ho creato anche il fratellino francese, www.toutvert.fr e un magazine di stile e design internazionale, non solo eco-sostenbile: designandmore.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close