In Australia anche la fine della vita può essere eco-friendly

di Carlo Magni del 3 giugno 2011

Australia, patria di canguri, boomerang e cimiteri ecologici. La salvaguardia dell’ambiente viene presa in forte considerazione, da quelle parti, tanto che ultimamente stanno facendo la loro comparsa diversi cimiteri eco-friendly.

In Australia anche la fine della vita può essere eco-friendly

Occorre sapere, infatti, che anche dopo la morte, noi umani continuiamo ad inquinare. I metodi di sepoltura attuali, ad esempio, sono altamente dannosi per l’ambiente: basti pensare all’abbattimento di migliaia di alberi per la costruzione di bare e ai mezzi di trasporto impiegati per trasportare il legno con cui le stesse bare vengono realizzate.

Una delle pratiche ecologiche per l’estremo saluto ai defunti è la sepoltura invisibile, che consiste nell’utilizzare delle vere e proprie bare eco-sostenibili – realizzate con vimini, cartone riciclato o legno di pino – da posizionare nei parchi protetti e individuabili grazie al sistema GPS.

Il coordinatore del Lismore Memorial Cemetery (accanto a cui è stato allestita l’area che ospita il primo cimitero ecologico australiano) ha dichiarato che questo aspetto ecologico della morte inizia a interessare molti cittadini, poiché le tematiche ambientali sono sempre più sentite dalla popolazione australiana, e il cimitero ecologico rappresenta un ulteriore modo per salvaguardare l’ambiente.

SPECIALE: Urna Bios, dalla cenere nasce un albero

Anche gli addetti ai lavori hanno salutato con piacere l’iniziativa. Zenith Virago, la donna che celebra funerali a Byron Bay da oltre quindici anni, giudica positivamente i cimiteri ecologici:”Il corpo umano è pieno di sostanze nutrienti e, una volta sepolti, essi provvedono ad alimentare il terreno, le piante e gli animali”.

Da non sottovalutare, poi, anche l’aspetto economico della questione: un funerale ecologico costa circa mille dollari australiani in meno rispetto a un funerale tradizionale.

L’Australia, comunque, non è il solo paese in cui esistono cimiteri amici dell’ambiente: in Inghilterra ve ne sono già 228, sparsi sul tutto il territorio.

In Italia nemmeno uno purtroppo…Sareste favorevoli?

{ 1 comment… read it below or add one }

Alessandra giugno 3, 2011 alle 7:50 pm

Io sarei super favorevole! sia a cimiteri ecologici sia alla bara eco-friendly.
scusate la franchezza ma l’idea che il mio corpo venga conservato inutilmente in una scatola di legno costosissima, e che per il funerale e per il loculo, i miei cari dovranno pagare cifre esorbitanti, proprio non la digerisco. Sono giovane e capisco che sembrerà brutto parlarne ora ma, quando verrà il mio momento donerò tutto ciò che il mio corpo potrà donare, poi mi farò cremare e sperando che lo facciano fare, ma a mio avviso DEVONO, voglio essere sotterrata in una bara eco-friendly, sarò romantica o semplicemente pazza, ma l’idea che i miei cari possano appoggiarsi o magari arrampicarsi sull’albero nato dalla mia urna, mi rende veramente contenta. Sono particolare lo so, ma anche molto semplice.

Rispondi

Leave a Comment