In Francia i campi da tennis si ricavano dalle palline usate

di Elle del 22 febbraio 2012

Arrivano segnali eco-positivi da una parte del mondo dello sport francese, che si è prestato a lanciare un messaggio all’insegna della sostenibilità ambientale (e non solo). Si tratta dell’iniziativa nota come “Opération Balle Jaune” (Operazione pallina gialla) inaugurata nel 2008 dalla Fédération Française de Tennis e sponsorizzata dall’azienda produttrice di palline da tennis Babolat.

In Francia i campi da tennis si ricavano dalle palline usate

L’idea di fondo è quella di presentare l’immagine di un tennis responsabile che possa fungere da esempio nella realizzazione di buone prassi.

Ma come? Partendo dal calcolo di una media di 14 milioni di palline che ogni anno finiscono nei rifiuti e considerando che ciascuna ha un ciclo di vita di massimo 2 anni, i promotori di questa operazione eco-friendly hanno pensato bene di recuperare le palline utilizzate. E sono riusciti a raccoglierne ben 900.000 solo nei primi mesi del 2011!

Il caucciù contenuto all’interno delle palline viene opportunamente riciclato ed impiegato come materiali per la realizzazione nuovi manti di copertura per palestre, campi da tennis e piste d’atletica.

Tale progetto presenta anche un risvolto sociale: si punta, infatti, a creare nuove strutture idonee per ospitare centri specializzati rivolti a bambini disabili o con problemi motori. Speriamo non sia la solita iniziativa di greenwashing… intanto godetevi lo spot dell’iniziativa qui sotto:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

{ 1 trackback }