In Sardegna messo a punto nuovo modello per trarre energia pulita dall’urina

di Luca Scialò del 13 dicembre 2013

Urina per produrre energia elettrica. Un giorno non troppo lontano si potrà. Ad Alghero, Legambiente in collaborazione con La Casa Vede C02.0 –  rete di 75 aziende che operano in distretto di filiera, scambio di competenze e ricerca condivisa – assieme alla facoltà di Architettura dell’Università di Alghero presso l’area marina protetta del Parco di Porto Conte presentando questo innovativo sistema.

Ma come funziona? In modo autonomo, senza rete elettrica, senza alcun derivato petrolchimico, senza bruciare nulla si può produrre energia pulita. Oltretutto, quando esaurisce il suo ciclo produttivo, lurina diventa anche un’ottima acqua di pozzo, utile per innaffiare le piante, alle quali apporta sostanze importanti per la loro salute, introvabili nell’acqua potabile.

FERTILIZZARE PIANTE? Con ‘When Nature Calls’ si può… con la pipì

A questa invenzione si è giunti grazie ai ricercatori canadesi della University of Alberta, che da un decennio analizzano le molecole dell’urina arrivando a selezionare più di 3.000 sostanze che si sono rivelate utili per diversi scopi.

Quanta urina occorre? Ad esempio per produrre 1 kW per 6 ore di energia continua occorrono all’incirca 2 litri di urina. Si può usare sia urina umana che animale. Interessante per quest’ultima è il caso del caseificio di Gennè Sciria, che sta modificando i suoi impianti per produrre una serie di formaggi e saponi usando l’energia pulita prodotta con l’urina delle capre e delle pecore della sua azienda.

Superati anche quei problemi che ne avevano ostacolato la realizzazione fin’ora: la sicurezza del generatore e la formazione della condensa, delle particelle veicolate e dei materiali reflui alla fine del ciclo di produzione di energia. Anche la rumorosità del motore e le sue dimensioni sono state ridefinite così come messo a punto un sistema per evitare la formazione di condensa di particelle inquinanti durante la trasformazione dell’urina in energia.

SCOPRI COSA SI PUO’ FARE CON LA PIPI’: Ricaricare il cellulare con l’urina

Non c’è che dire, se funzionerà e avrà largo impiego, non avremo più bisogno del petrolio, dal momento che l’urina è una risorsa di cui il nostro Pianeta ne possiede in abbondanza!

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment