Innovation Hotel: quali innovazioni green ti piacciono?

di Sara Tagliente del 4 agosto 2011

Perché il turismo di domani sarà responsabile e ‘green’. E se è la scommessa di Innovation Hotel, iniziativa del gruppo Intercontinental, che raggruppa oltre 4.400 alberghi nel mondo di brand noti come Holiday Inn e Crowne Plaza per ben 650 mila camere, beh…c’è da crederci.

Considerato che un certo modo di ‘fare turismo’ selvaggio e incontrollato ha prodotto eco-mostri e distrutto alcuni angoli della terra, si parte da una posizione decisamente difficile. Ma un turismo eco-responsabile è possibile, anche andando in albergo e godendo di tutte le comodità del caso. Perché anche le multinazionali dell’ospitalità stanno cambiando, per fortuna, il punto di vista. Stanno comprendendo un assunto fondamentale: la ‘materia prima’ del turismo non è la struttura ricettiva ma la bellezza e l’attrattiva della destinazione. Se si distrugge la materia prima, prima o poi lo stesso business ne farà le spese.

Innovation Hotel sta studiando nuove soluzione per le strutture alberghiere che consentano il risparmio energetico e di risorse preziose come l’acqua. Avete presente le vacanze in Egitto nelle quali si sta spaparanzati nel proprio villaggio turistico a bere acqua mentre la popolazione locale spesso ne beve sporca e incontaminata? E’ questo turismo ‘iniquo’ che Innovation Hotel vuole evitare. Gli alberghi saranno dotati di grandi cisterne per raccogliere e conservare acqua piovana e gli stessi rubinetti saranno costruiti per intuire in modo ‘intelligente’ la presenza umana.

Alcune novità di Innovation Hotel sono già attive in alcuni alberghi del mondo. Ad esempio, il Crowne Plaza di Copenhagen Tower che riceve tutta l’energia solo attraverso fonti rinnovabili e sostenibili per riscaldare e raffreddare le sue 366 camere. Oppure l’Intercontinental di San Francisco che offre ai suoi clienti programmi di trasporto pubblico da e per l’albergo ‘personalizzabili’ in modo da disincentivare l’uso del mezzo privato.

Ancora: il Crowne Plaza Alice Springs in Australia utilizza i pannelli solari per produrre energia elettrica attiva rendendosi indipendente per l’80% dal fabbisogno energetico. Riduce le emissioni di Co2 per 420 tonnellate all’anno.

Un altro ‘turismo’ è possibile. Anche nel super-albergo di lusso.

Per saperne di più: http://innovation.ihgplc.com

Risorse correlate:
Copenhagen: pedala e non paghi il conto!
L’hotel MOODs a Praga, quando l’eco-design è al top
Gli hotel e i resort più eco-sostenibili del mondo
Gli hotel biologici in Italia

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment