Categories: Notizie

Isole Tremiti in vendita: abitanti in rivolta per l’ennesima speculazione su questo meraviglioso lembo di terra

Di tutte le stravaganze e bizzarrie made in Italy che potremmo raccontare, la grottesca situazione legata alle Isole Tremiti ha davvero dell’incredibile. Sì, perché da un pò di tempo a questa parte il meraviglioso arcipelago pugliese è in vendita. Il motivo? Pare che le casse del comune siano vuote e per rimpinguarle l’amministrazione locale ha deciso di mettere all’asta buona parte del patrimonio comunale. Del resto la legge italiana (per qualche assurdo motivo) lo consente.

Isole Tremiti in vendita: abitanti in rivolta per l’ennesima speculazione su questo meraviglioso lembo di terra

Nonostante le vibranti proteste della Regione e dei cittadini, 13 terreni edificabili sono stati effettivamente proposti all’asta lo scorso 25 aprile, per un totale di 7 ettari di suolo e un possibile guadagno stimato intorno ai 4 milioni di euro. Il comune, dunque, sperava di ricavare un bell’incasso dalla vendita dei 32.000 mq divisi in più lotti sull’isola di San Domino e del lotto unico di 37.000 mq sull’isola di San Nicola. Suoli, tra l’altro, destinati alla costruzione di palazzine popolari, il cui progetto edile era stato già approvato dalla stessa Regione.

Ma questa ipotesi di vendere all’incanto i terreni delle magnifiche isole non è gradita agli abitanti e alla associazioni ambientaliste, che da tempo si battono per preservare questo piccolo paradiso terrestre dalle speculazioni di imprenditori e aziende in cerca di opportunità di business.

La vera notizia, però, è che all’asta del 25 aprile non si è presentato neanche un acquirente. Dunque nessuna offerta formalizzata, nessun terreno venduto e Comune a bocca asciutta. Forse il boicottaggio è frutto delle tante polemiche o delle imminenti elezioni per il nuovo sindaco, resta il fatto che la questione è stata messa in stand-by.

Il WWF ha dunque chiesto ufficialmente alle autorità regionali di approfittare di questa pausa per risolvere l’intricata vicenda dichiarando non edificabili i terreni oggetto della contesa. E ha ricordato che le Isole Tremiti ospitano alcune specie protette di uccelli (come la Berta maggiore e la Berta minore), animali marini e piccoli albatros, e che la loro sopravvivenza è inevitabilmente legata a doppio filo alla tutela del patrimonio naturalistico delle Diomedee.

Nel frattempo è stata ufficializzata anche la candidatura per l’inserimento delle isole nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Speriamo soltanto che non sia l’ennesima strumentalizzazione politica ma un’iniziativa concreta finalizzata alla tutela di questo meraviglioso angolo di paradiso.

Altri articoli che parlano di scempi purtroppo già avvenuti nella nostra bella Italia:

Published by
Erika Facciolla