Eventi

Itaca, il festival del turismo sostenibile – a Bologna dal 22 al 29 Maggio 2011

Viaggiare sì….. ma con la mano sulla coscienza. E in valigia il manuale del massimo rispetto per ambiente e cultura locale. Una stella sempre più brillante nell’universo del turismo responsabile che a Bologna trova una vetrina con “Itaca” ( un gioco di parole tra il nome dell’isola greca patria di  Ulisse e l’espressione dialettale bolognese Ît.a.cà? che significa “Sei a casa?”) il festival del turismo responsabile, alla sua terza edizione, che fino al 29 maggio offre dibattiti, convegni, concerti, esposizione. Insomma mix di eventi per far capire l’impatto positivo del turismo alternativo a quello di massa.

Itaca, il festival del turismo sostenibile – a Bologna dal 22 al 29 Maggio 2011

Un turismo che fa il pieno di altruismo e solidarietà grazie ai campi di lavoro in nazioni povere.  In Mozambico, in Palestina ma anche nella più vicina Romania.  Con pernottamento presso famiglie locali o nelle strutture di Ong e organizzazioni  che si occupano di cooperazione internazionale.  Infatti tra gli organizzatori del festival c’è il gruppo Yoda (http://www.gruppoyoda.org) impegnato da tempo nelle vacanze solidali.

La settimana di riflessione non è solo la presentazione di itinerari responsabili ma un viaggio educativo sulle conseguenze negative del turismo di massa. Quello dove c’è la massima frattura tra turista e locali, dove si usa l’acqua, bene primario, per innaffiare i campi da golf ma manca per le necessità quotidiane alle popolazioni locali. Come si legge bene nei materiali del festival: “Itaca è anche riflessione sui “viaggi corti”, a km zero, dentro la propria città, per scoprire la sempre maggiore diversità etnica e culturale. Coinvolge i cittadini in numerose iniziative per riflettere su i “diritti e rovesci del viaggio” su “vicino e lontano” da casa. Perché il viaggio responsabile parte da casa e arriva a casa. Una qualsiasi casa, un qualsiasi Itaca da raggiungere, dove più che la meta conta il percorso e il modo in cui ci si mette in cammino”

Il programma è ricco. A iniziare dal convegno: “Un milione e 200.000 stereotipi, italiani e romeni a confronto. Da Google alla stampa il rapporto tra italiani e romeni. Cosa ne esce a digitare “romeno” su google?” organizzato dall’associazione Turisti non a caso. Incontro con giornalisti rumeni, docenti universitari per scavare sugli stereotipi di questa popolazione ben presente in Italia.  Da non perdere anche il convegno su turismo e legalità e la presentazione dei manuali Touring sul “viaggiare responsabile”.

Per scoprire tutti gli eventi, basta scaricare il programma dal sito Internet del festival http://www.festivalitaca.net/

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button
Close