La Germania continua a segnare record produttivi di energia solare

di Claudio Riccardi del 24 luglio 2012

Nei primi sei mesi del 2012, gli impianti di energia solare hanno garantito alla Germania quantitativi di energia pari a 14.7 terawattora.

Un record assoluto, che segna un miglioramento netto del 50% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e che ha portato al 4.5% la copertura del fabbisogno nazionale teutonico.

Leggi anche: in Germania nuovo record di potenza per l’energia solare!

La notevole impennata ripaga gli investimenti adoperati da Berlino negli ultimi dodici mesi, a seguito della decisione – presa sulla scorta del disastro giapponese di Fukushima –  di abbandonare progressivamente le centrali nucleari, a carbone e gas. Un impegno che ha portato all’installazione di 73.576 pannelli solari, un censimento che cresce di settimana in settimana.

Montati a terra o sui tetti degli edifici, i nuovi sistemi garantiscono una potenza in uscita di 2.328 megawatt. Gli ultimi arrivati vanno ad aggiungersi al milione e 200 mila impianti fotovoltaici installati presso utenze domestiche e produttive negli ultimi cinque anni.

In totale, a Berlino hanno raggiunto una capacità complessiva di 28 gigawatt, di gran lunga il miglior risultato a livello globale. Un traguardo che garantisce al solare la terza piazza tra le energie rinnovabili, dopo l’eolico e il biogas.

Ma di questo passo, e se le altre nazioni seguono l’esempio, l’energia che viene dall’ atmosfera è destinata a scalare altre posizioni.
Intanto la cancelliera Angela Merkel è pronta a lanciare un nuovo piano decennale da 30 miliardi di euro, soldi destinati a implementare soluzioni energetiche alternative. L’obiettivo èquello di ridurre entro il 2020  le emissioni di gas serra del 40%.

Niente male, verrebbe da dire.

Approfondisci:
Germania, leader europeo nelle rinnovabili: alle radici del primato tedesco

Outbrain

{ 1 comment… read it below or add one }

vito luglio 24, 2012 alle 1:14 pm

Il governo italiano, che non oso definire nostro, ha disincentivato l’energia alternativa da fonti rinnovabili ed ha incentivato le fonti inquinanti dei termovalorizzatori , degli impianti a olio compustibile e gas. Bella roba davvero!

Rispondi

Leave a Comment