La polvere magica che potrebbe raddoppiare l’autonomia delle batterie delle auto elettriche

di Piero del 25 febbraio 2011

Parlare di polvere magica può fare apparire triviale il tutto, ma la realtà è che proprio di questo si tratta.
Parla proprio di “polvere” un comunicato di Inova Power Limited, una impresa della contea di Durham nel nord-est dell’Inghilterra, che, in collaborazione con l’Institute of Automotive and Manufacturing Advanced Practice dell’Università di Sunderland, afferma di avere creato una polvere che può generare elettricità estraendo idrogeno dall’acqua.

Una sostanza che sembrerebbe essere l’ideale per prolungare l’autonomia delle batterie al litio delle auto elettriche, una problematica che è sempre aperta per i veicoli con questo tipo di alimentazione. Non a caso, Inova Power asserisce anche di avere aperto le negoziazioni con alcune imprese automobilistiche (tra l’altro proprio in quella zona saranno prodotte le Nissan Leaf destinate al mercato europeo).

Questa polvere, a contatto con l’acqua in piccole quantità, sarebbe in grado di estrarre dell’idrogeno, che poi verrebbe trasformato in elettricità da una cella a combustibile.

Con questa soluzione, dice l’AD di Inova Power, l’autonomia di una batteria di auto elettrica potrebbe essere addirittura raddoppiata.
E se veramente riuscissimo a passare dai 120/150 km di autonomia media a 250/300 km, certe limitazioni oggettive dell’auto elettrica sarebbero fortemente ridimensionate.

Bufala o innovazione?

Purtroppo mancano del tutto i dettagli tecnici per farsi un’idea sulla questione. Oggi non è il primo aprile, per cui seguiamo con curiosità anche questa vicenda.

Via: The Northern Echo

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment