Spesa di stagione: i prodotti del mese di agosto

di Carmen del 1 luglio 2012

Cosa possiamo comprare ad agosto? Basta andare nel reparto frutta o verdura di un supermercato o dal fruttivendolo sotto casa o meglio ancora in un mercatino rionale o in quello comunale per scoprire quante prelibatezze ci offre il mese più caldo dell’anno.

La parte del leone la fa la frutta, che anche ad agosto è varia e succulenta. Ed aiuta a rinfrescarsi e idratarsi. Quindi, largo a cocomeri, ciliegie, albicocche, mirtilli, ribes, susine e pesche ma fanno capolino, soprattutto alla fine del mese, more e fichi. Per prolungare il sapore dell’estate, compratene molta e provate a farci della confettura, la apprezzerete  durante l’inverno spalmata su una bella fetta di pane.

Inutile ricordare quante proprietà racchiuda la frutta, un vero toccasana per la nostra salute e per la nostra linea, infatti contiene molta acqua, quindi sazia e ha poche calorie. Inoltre, grazie ai suoi zuccheri semplici, veloci da assimilare, fornisce subito energia e permette di fare il bagno dopo poco tempo dal pasto.

Ricche in vitamine e antiossidanti, proteggono l’organismo mentre l’alta percentuale di potassio ed il basso contenuto di sodio rende la frutta ideale per mantenere bassa la pressione e preservare il cuore.

In questo periodo sono mature anche numerose varietà di verdure tra cui le melanzane, i peperoni, i pomodori, le patate, le carote, i cetrioli, le zucchine, i fagiolini ed i piselli ma anche l’insalata e la rucola. Tutto si trova ad un prezzo molto conveniente. Ed è bene farsi una bella scorpacciata ora piuttosto che farsi venire la voglia in inverno, quando molte sapranno di plastica perché colte ancora acerbe o coltivate in serre riscaldate. Questi ortaggi fanno molto bene perché contengono vitamine e sali minerali . E ce ne sono di diverse varietà tipiche delle varie regioni d’Italia.

Ma attenzione alla loro conservazione. Specialmente con il caldo, possono rapidamente marcire. Quindi ricordatevi alcune semplici regole:

  • la verdura (non patate, aglio e cipolle che si conservano al buio e all’asciutto) va tenuta in frigo, nel comparto basso a 5-8 °. Scartare la verdura dalla sua confezione e lavarla, poi asciugarla prima di riporla permetterà di ‘respirare’.
    Le verdure a foglia come le insalate durano massimo 2-3 giorni mentre le altre 3-6 giorni dall’acquisto.
  • la frutta (non mele, pere, banane e gli agrumi che si conservano al buio e all’asciutto) va tenuta in frigo, nel comparto basso a 5-8°C, dopo averla lavata ed asciugata e cercando di non ammaccarla.
    Più velocemente si consuma meglio è, perché perde il suo prezioso contenuto vitaminico, entro 3-7 giorni dall’acquisto.

Ad agosto la natura ci offre il suo massimo per poi piano piano calare verso i mesi più freddi. Perché non approfittarne quindi anche per farne dei sottolii e delle conserve, da accompagnare con degli affettati, con delle bruschette o nelle insalate e nelle terrine, quando farà buio presto e ci mancherà il sole estivo!

Buon appetito!

Outbrain

{ 1 comment… read it below or add one }

guido pizzi agosto 3, 2011 alle 11:13 am

cose per me risapute, forse per esperienza dovuta ahimè all’età non più verde, ma sicuramente utili ai tanti giovani che ancora non sanno. Cibi sani dunque, poco costosi, pietanze tutto sommato facili da preparare e facilmente digeribili…e frutta in quantità, che ci sta sempre bene-

Rispondi

Leave a Comment