Categories: Notizie

La svolta green delle aziende passa anche dagli uffici eco-sostenibili

La voglia di ‘green’ sta contagiando con successo anche i luoghi di lavoro e grazie alle nuove tecnologie favorisce la diffusione di uffici a basso consumo dove la sostenibilità e l’attenzione all’ambiente guadagnano un posto di tutto rispetto nell’agenda di società, imprese ed enti italiani.

A Roma, ad esempio, le Nazioni Unite e la casa farmaceutica Baxter Italia hanno dato vita a palazzi verdi nel quartiere dell’Eur: la sede dell’Onu è stata la prima in Europa a conquistare la prestigiosa certificazione Leed Gold (Leadership in Energy and Environmental design) grazie all’accorta gestione dei consumi energetici e al riciclo dei rifiuti (88% sul totale prodotto); Leed Silver per Baxter Italia per la diminuzione dei consumi elettrici (25%) e di quelli idrici (30%). Sempre nella capitale, la catena di abbigliamento ‘Zara’ ha adottato lampadine a basso consumo energetico e utilizza camion alimentati a biodiesel per la consegna delle merci, il che significa 200 tonnellate in meno di anidride carbonica riversata ogni anno nell’atmosfera.

Ma la rivoluzione ‘green’ è approdata anche altre città italiane, prima fra tutte Milano e precisamente il quartiere Città studi, sede della società di consulenza ‘Avanzi’, dove è stato creato un vero e proprio polo della sostenibilità in cui convogliano aziende accomunate dalla medesima filosofia ambientalista (un quotidiano ecologista, i ‘Verdi’ di Milano, Make a Cube, ecc). In questi locali gli uffici sono arredati con materiali di recupero e finanche le scrivanie dei dipendenti sono state realizzate con il legno delle passerelle utilizzate durante le sfilate di moda. Illuminazione rigorosamente a basso consumo, lampade ottenute da barattoli riciclati e un efficiente servizio di bike sharing completano il quadro di quello che sembra un ‘piccolo eco-miracolo’  tutto italiano.

Quando si parla di sostenibilità, da Milano a Trieste il passo e breve. A Mogliano Veneto e Trieste, infatti, il Gruppo Generali ha inaugurato nel 2010 due nidi aziendali diventati esempi emblematici in fatto di bioedilizia: caldaie a condensazione, riscaldamento dal pavimento e pannelli fotovoltaici per una totale autonomia energetica. Questa politica virtuosa è valsa un gran bel  riconoscimento, cioè la trentesima posizione nella classifica 2011 del Newsweek Green Rankings che annovera le 500 compagnie più green del mondo.

Leggi anche questi articoli sulla vita d’ufficio un po’ più green:

Outbrain

View Comments

  • In Italia il primo edificio certificato Leed Platinum
    Vimercate
    È la sede di Sap Italia situata all'interno dell'Energy Park di Vimercate.
    Il Building 03 dell'Energy Park di Vimercate (MB) ha ottenuto la certificazione Leed "Core&Shell" di livello Platinum. L'edificio, terminato nel 2009 su progetto di Garretti Associati ha ottenuto la certificazione grazie alle soluzioni adottate in termini di bassi consumi energetici, illuminazione, uso di acqua e utilizzo di materiali a basso impatto ambientale. Da segnalare inoltre, all'interno del complesso, l'attivazione del progetto "e-mobility italy" per promuovere l'utilizzo di veicoli elettrici con tecnologie di ricarica innovative.

    Per approfondimenti rimandiamo alla notizia pubblicata sul portale di GBC Italia all'indirizzo: http://www.gbcitalia.org/news/138

    (pubblicato il 2 febbraio 2012)

Share
Published by
Erika Facciolla

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.