Le rastrelliere? Superate. A Seoul vincono gli omini in ferro per parcheggiare la bici

di Elle del 22 agosto 2012

Per stimolare una mobilità sostenibile è opportuno cercare di agevolare anche il parcheggio di un veicolo ‘verde’ come la bici. Ci hanno pensato a Seoul dove al posto delle tradizionali rastrelliere, gli abitanti della capitale si troveranno dei veri e propri oggetti di design urbano.

In questo contesto fioriscono le iniziative e i concorsi anche di green design: nuove soluzioni che diano alla capitale sud-coreana un aspetto e una connotazione maggiormente verde.

Il progetto che vediamo oggi rientra all’interno di una competizione per i trovare per la città di Seoul nuovi arredi urbani legati all’utilizzo della bici ma di forme più  ‘disinvolte’ e organizzato dal sito designboom.com – uno dei siti di culto per i patiti di grafica e di disegn – in collaborazione con la Seoul Design Foundation.

Tra oltre 3.000 candidati alla competizione, figurano i due finalisti con le opere ‘Dynamic Seoul’ disegnato dal cinese Leon Zhu e ‘Bud Rack’ per mano del coreano Yong Su Kim.

Se la prima è una soluzione volta a favorire la mobilità sostenibile nella capitale, la seconda manda un messaggio green a tuto tondo.

Insomma, il messaggio che arriva dall’Oriente sembra chiaro: le classiche rastrelliere sono ormai al tramonto.

Anche la città può godere di un arredo urbano creato dai designer per favorire il parcheggio delle bici, veicolo eco-friendly per eccellenza.

Non solo green design dalla Corea del Sud, leggi anche:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment