Milano e l’Area C. Un primo bilancio a un anno dall’entrata in vigore

di Eryeffe del 7 febbraio 2013

A un anno dall’entrata in vigore della discussa Area C, il Comune di Milano traccia un primo bilancio sull’iniziativa e presenta risultati, obiettivi e vantaggi ottenuti grazie alle limitazioni del traffico imposte nella cerchia dei Bastioni del capoluogo meneghino.

PER SAPERE COS’E L’AREA C DI MILANO LEGGI QUI: Area C a Milano: tutte le informazioni necessarie

Il dato più lampante riguarda il calo degli ingressi che, secondo i dati diffusi dall’amministrazione comunale, è pari a 41.000 passaggi di veicoli al giorno con un risparmio complessivo di circa 13 milioni di euro netti che sono o verranno destinati al potenziamento delle infrastrutture e dei servizi dedicati alla mobilità sostenibile (bike sharing, tram, autobus, tram, metropolitane).

Dei 13 milioni risparmiati, infatti, 10 sono serviti a potenziare 14 linee di superficie su tutto il territorio urbano, con 300 corse di autobus e tram in più al giorno e 36 per le metropolitane. I restanti 3 milioni sono stati impiegati per estendere il servizio del BikeMi (servizio di bike sharing) anche alle aree lontane dal centro.

LEGGI ANCHE: Un primo bilancio dell’Area C: ridotto il traffico ma non lo smog

Stando ai rilevamenti effettuati da Amat, nel corso dell’anno il traffico è calato del 31% rispetto al 2011 e con esso anche il livello di polveri sottili presenti nell’aria (-10%) raggiungendo, così, uno dei principali obiettivi fissati all’inizio della campagna.

Soddisfatti il Sindaco Giuliano Pisapia e l’assessore alla mobilità e all’ambiente Pierfrancesco Maran che hanno commentato la pubblicazione dei dati parlando di ‘importanti traguardi raggiunti sia in termini di riduzione del traffico che di miglioramento della qualità della vita dei cittadini milanesi’ annunciando, al contempo, nuove iniziative per riqualificare e potenziare le piste ciclabili entro il 2015.

LEGGI ANCHE: Arriverà anche il ticket per le Dolomiti?

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment