MotoCzysz E1pc, la supermoto elettrica è realtà

di Marco del 31 Ottobre 2010

Via Popular Science, un interessante articolo sulla moto elettrica più sofisticata del pianeta: MotoCzysz E1pc (un nome illeggibile, in effetti, che proviene dal suo geniale ideatore, Michael Czysz, ma che ad ogni modo si pronuncia molto più agevolmente di quanto non si scriva, “motosizz”), un gioiello della tecnologia che potrebbe rappresentare il futuro del motociclismo.

MotoCzysz E1pc, la supermoto elettrica è realtà

MotoCzysz E1pc è un bolide che tocca il rispettabilissimo limite dei 225 Km/h e soprattutto non emette alcun gas ad effetto serra. E’ la prima moto elettrica della storia a vantare prestazioni simili, al limite delle possibilità tecnologiche attuali: funziona con una batteria litio-polimeri da 12,15 Kilowatt/ora fatta in casa da Mr. Czysz e colleghi, circa dieci volte la potenza di una Toyota Prius, che si collega senza cavi e che può essere sostituita in pochi secondi.

Il motore elettrico di MotoCzysz E1pc è impressionante, un motore da 500 volt, una potenza tale da potere fondere una chiave inglese. Il motore è raffreddato ad olio (anche questo particolare importante, visto che permette di ridurre i volumi rispetto ai motori raffreddati ad aria) e rappresenta anch’esso qualcosa di inedito per quanto riguarda la potenza, cento cavalli di forza prodotta continuativamente, ed il controllo, vista la necessità di proteggere moto e guidatore da scariche elettriche accidentali.

Lo scorso 10 Giugno MotoCzysz E1pc ha preso parte al famoso Tourist Trophy 2010 all’Isola di Man, aggiudicandosi con prestazioni record la gara tra motociclette elettriche.

Non sappiamo se il futuro del motociclismo sarà elettrico, ma quello che è certo è che la teconologia sviluppata per MotoCzysz E1pc è sorprendentemente avanzata e che su alcuni brevetti di Michael Czysz stanno gettando l’occhio anche alcune case automobilistiche.

[Photo by: Amadeus Photography]

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment