Rinnovabili

Nasce la prima moschea eolica!

I luoghi di culto sono uno dei punti fermi della nostra civiltà. Indipendentemente dall’essere credenti o meno e dal tipo di religione professata, ogni popolo ha i suoi spazi di raccoglimento spirituale e una delle conseguenze della sempre maggiore integrazione fra le culture è la loro globalizzazione.

Nasce la prima moschea eolica!

Quanto sta accadendo in Germania nella cittadina di Norderstedt, nei pressi di Amburgo, è davvero singolare: si sta mettendo a punto la prima moschea eolica.

Il progetto è dell’architetto Selcuk Ünyilmaz, di origine turche, e costerà 2,5 milioni di euro. Si è scelto l’eolico poichè questa moschea vanta due minareti alti 22 metri ed essendo posta in una zona molto ventosa, sarà in grado di produrre almeno un terzo dell’energia necessaria all’intera moschea.

Pertanto sulle loro sommità verranno installate delle pale di 1,5 metri di lunghezza, che creeranno anche giochi di luce in alcune ore del giorno.

Il progetto è ben voluto dalla comunità musulmana che sostiene l’ambizione di coniugare la tradizione alla modernità, come affermato dallo stesso architetto Ünyilmaz. La moschea non è altro che il primo step per un progetto più esteso di rinnovamento, che porterà alla costruzione di uno stabile di 1.300 metri quadri, destinato a uffici e negozi.

Se solo tutte le chiese sparse per l’Italia seguissero quest’esempio…

Alessia

Nata in Abruzzo nel 1982, si trasferisce a Roma per conseguire una laurea e un master in psicologia, ma dopo una decina d'anni rientra nel suo piccolo paese ai piedi della Majella, fuggendo dalla vita metropolitana. Attualmente coniuga l'attività di psicologa libero professionista con la passione per la scrittura, un hobby coltivato sin dalle scuole superiori. Collabora con la redazione di Tuttogreen dal 2011, cura un blog personale di taglio psicologico e scrive articoli per un mensile locale. Nel tempo libero ama passeggiare nei boschi e visitare i piccoli borghi, riscoprendo le antiche tradizioni d'un tempo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close