Nemesis, il bolide elettrico che batte una Ferrari

di Manlio del 6 Novembre 2010

Non solo citycar a impatto zero e nemmeno solo Fisker Karma e Tesla Roadster: l’idea di realizzare un bolide elettrico ha catturato la fantasia di tanti altri produttori, grandi e piccoli.

Nemesis, il bolide elettrico che batte una Ferrari

L’ultima in ordine temporale, è l’azienda britannica Ecotricity, che ha realizzato un incredibile prototipo di auto sportiva di incredibili prestazioni alimentata a batterie elettriche, Nemesis.

Il prototipo di Nemesis può addirittura toccare i 274 km/h, risultando più veloce di buona parte delle vetture sportive a combustione (e anche alcuni modelli di Ferrari, tra cui la v12).
La dimostrazione che auto elettrica non vuole e non vorrà dire per forza sacrificio in termini di prestazioni ed emozioni di guida.

Ma com’è nata questa Nemesis?

Il prototipo è nato da un’idea del fondatore ed amministratore delegato di Ecotricity, un’azienda operante nel settore delle energie rinnovabili del Norfolk, Dale Vince, che ha messo in piedi un team di tecnici con esperienze anche in Formula 1 con l’intento di creare un prototipo ad altissime prestazioni di auto elettrica sportiva.
Il team di Dale Vince in due anni ha sfornato quello che è un veicolo per diversi versi senza precedenti.
La Nemesis, che ha il telaio adattato di una Lotus Exige, è equipaggiata con batterie ai polimeri di litio, che possono essere ricaricate in sole di due ore con la ricarica apposita (8/9 ore con una normale presa residenziale).

Impressionanti le prestazioni: detto della velocità massima 274 km/h, va anche sottolineata la capacità di arrivare da 0 a 100 miglia/H (161 km/h) in appena 8,5 secondi.

Oggi la Nemesis farà la sua prima uscita ufficiale nel Future Car Challenge, la corsa da Brighton a Londra per auto elettriche, ibride e a basse emissioni.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

{ 1 trackback }