Nest, il termostato intelligente

di Magi del 5 novembre 2011

Sono gli stessi inventori dell’iPod, il rivoluzionario lettore mp3 della Apple, ad avere progettato e realizzato un nuovo oggetto di raffinata bellezza, cool e, al tempo stesso, futuristico ed intelligente: il termostato Nest, capace di studiare le abitudini degli abitanti della casa al fine di assicurare un raffreddamento o un condizionamento dei locali dell’abitazione davvero efficiente.
Chissà se sarebbe piaciuto anche a Steve Jobs, notorio perfezionista, che per scegliere i mobili della propria casa ci metteva addirittura anni, non trovando mai la soluzione che lo soddisfacesse totalmente.

Nest, il termostato intelligente

Articoli correlati:
Il lato green di Steve Jobs
Steve Jobs lancia il Campus supergreen per Apple
L’eredità green di Apple

Semplice e funzionale, ecco il design che Tony Fadell e il suo team hanno studiato per Nest: un disco con una ghiera e un unico pulsante. Impossibile non pensare ad uno strumento altrettanto intuitivo. Nel breve volgere di una settimana, Nest è in grado di apprendere quali sono le preferenze dell’utente, calcolare i consumi della casa e, alla fine, predisporre orari di accensione e di spegnimento, con il risultato di conciliare una temperatura ottimale con costi ridotti.

Per farlo, è sufficiente rispondere a poche e semplici domande, come indicare la temperatura da impostare quando è notte o quando la casa è vuota. A quel punto, a partire dall’ottavo giorno dall’installazione, Nest programmerà in totale autonomia la temperatura dell’abitazione.

Non solo: Nest è sempre a conoscenza  dell’alternanza di giorno e notte, nonché della presenza o meno di persone all’interno della casa, ma può anche riconoscere, in base alle modifiche manuali fatte sulla ghiera del termostato, le abitudini degli abitanti.
Sulla base di queste informazioni, Nest imposta la propria programmazione futura e gestisce la temperatura della casa. Se poi si intende influenzare il settaggio di Nest, sarà necessario effettuare le modifiche almeno per due giorni consecutivi.

Tutto è finalizzato al raggiungimento del massimo risparmio energetico possibile: nell’economia domestica, un solo grado di differenza, in più o in meno, influenza i consumi totali, in percentuale variabile, fino al 5%.
Tramite una connessione Wi-Fi, Nest può scaricare gli aggiornamenti software e ricevere le previsioni del tempo: in questo modo saprà sempre quale è la temperatura esterna prevista e, di conseguenza, potrà regolare il suo comportamento.

Inoltre, Nest comunica con smartphone e pc: ciò consente di controllarlo a distanza, impostando a piacere, da qualsiasi angolo della terra, il riscaldamento o il condizionamento degli ambienti domestici. Attraverso un computer è infine possibile conoscere lo stato dei consumi e avere un profilo aggiornato circa le spese in corso.

Da questo mese, Nest sarà disponibile sul mercato americano al prezzo di 249 dollari: ancora non si hanno informazioni precise circa la sua commercializzazione in altri Paesi ma possiamo stare certi che, presto o tardi, sbarcherà anche in Europa e in Italia.

Foto: Guarda la Gallery di foto dedicate a Steve Jobs

Articoli correlati:
Il lato green di Steve Jobs
Steve Jobs lancia il Campus supergreen per Apple
L’eredità green di Apple

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment