Notizie

Nuove Centrali Nucleari: la consulta blocca il no di Puglia, Campania e Basilicata

Vi ripropongo una notizia recente che ha visto la Consulta o meglio la Corte Costituzionale bocciare le leggi regionali emanate da Puglia, Campania e Basilicata che  inibivano sul loro territorio sia le centrali sia lo stoccaggio dei rifiuti nucleari perchè  ritenute contrarie alla competenza esclusiva dello Statoin materia di tutela dell’ambiente e materia di sicurezza

Nuove Centrali Nucleari: la consulta blocca il no di Puglia, Campania e Basilicata

Non entro ora nel merito della scelta del ritorno al Nucleare, tema su cui si è spesso discusso e su cui torneremo in futuro, voglio solo riflettere sulla decisione della Corte Costituzionale che trovo corretta e vi spiegherò perchè: in uno stato di diritto NON può prevalere la sindrome del NIMBY, Not in My Backyard, cioè l’allontanare dal proprio giardino di casa qualsiasi rischio e mettere la testa sotto lo terra come gli struzzi davanti al pericolo.

Come se un incidente una centrale in Lazio NON avesse conseguenze in Campania, dato che la regione ha detto NO..

Queste decisioni DEVONO essere prese dal governo centrale, non possono essere delegate a decisioni locali, mi sembra un principio sacrosanto: che poi il governo possa decidere o meno di non proseguire con il programma nucleare è un altro tema ma è off topic a questo post.

Che ne pensate? possiamo in un mondo globale continuare ad andare avanti in Italia con i nostri microlocalismi, del tipo la TAV no nella mia valle ma si in quella accanto, la centrale dopo il confine della regione si ma non in casa mia..?

Io credo proprio di no….

Articoli correlati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button