Obiettivo 100% energia da rinnovabili nel 2030?

di Salvo del 29 gennaio 2011

Arrivare ad azzerare la nostra dipendenza energetica da combustibili fossili e nucleari nel 2030 con il 100% del fabbisogno energetico soddisfatto da Fonti di Energia Rinnovabile?

Sembra un sogno ma (forse) potrebbe non esserlo se verranno prese al più presto le decisioni corrette, come ci testimonia il recente studio pubblicato da Mark Delucchi and Mark Jacobson, due ricercatori della Stanford University, sul Journal Americano Energy Policy .

Attualmente il fabbisogno di energia da combustibili fossili è pari all’80%: la tesi di Delucchi e Jacobson è che si potrebbe assorbirlo entro il 2030 , sostanzialmente con il piano di sviluppo sotto elencato:

  • con la costruzioni di 4 milioni di turbine ad energia eolica ma di potenza almeno pari a 5MW (in Germania e Cina ne esistono già alcuni prototipi ndr).
  • con l’installazione di 2 miliardi di pannelli solari fotovoltaici
  • con la costruzione di 90.000 centrali ad energia solare, come quella di Priolo in Sicilia di cui vi abbiamo parlato.

Niente Nucleare come vedete…

Collegato al piano è ovviamente il definitivo affermarsi dell’Auto Elettrica, della Raccolta Differenziata e in generale della coscienza EcoGreen in tutti i cittadini.

Attenzione, secondo Mark Delucchi and Mark Jacobson c’è un solo serio e grosso ostacolo al piano e non è tecnologico: è proprio l’uomo stesso!

Che ne pensate? ce la faremo

Articoli correlati:

Outbrain

{ 6 comments… read them below or add one }

Cesare maggio 23, 2011 alle 9:29 pm

Bello il video, peccato che la conclusione sia una contraddizione in termini “siccome le rinnovabili hanno bisogno di back-up sono totalmente inutili” (!?)
Se ragionassimo con questa logica di o tutto o niente dovremmo scartare ogni singola fonte energetica.

Per la cronaca, anche l’esigenza del back-up è una inesattezza, un sistema 100% basato su rinnovabili richiederebbe un enorme upgrade della rete questo si:
http://www.sustainablebusiness.com/index.cfm/go/news.display/id/22215

Rispondi

Roberto Z maggio 23, 2011 alle 8:28 pm

prima di parlare di energia bisogna sapere come si usa http://www.youtube.com/watch?v=zZFn2I-TvjM

Rispondi

Larry maggio 23, 2011 alle 6:49 pm

Giulio, dove l’hai letto che per “costruire il silicio microcristallino si usa più energia di quella che produrrà il pannello in una VITA”? Sul corriere dei piccoli? Castroneria senza senso.

Tema soldi: e invece per costruire le centrali nucleari (unico business NEL MONDO in cui un privato NON metterà mai soldi) i soldi ci sono? Tra l’altro i sussidi alle rinnovabili si possono (e si devono) modulare in attesa che si arrivi alla grid parity, i costi delle centrali invece rimangono quelli, per non parlare delle scorie e del decommissioning.

Leggi il pezzo del Guardian e dopo torna a parlare di sussidi. Brutta cosa l’ignoranza unita al tifo da stadio contro qualcosa / qualcuno

Rispondi

Giulio maggio 23, 2011 alle 6:11 pm

PETTINATI anche stavolta!! larry ce li dai tu i soldi per 90.000 centrali solari? e magari anche lo spazio per 2 miliardi di pannelli solari… ma non diciamo castronerie. tutto funziona con gli incentivi che le persone pagano in bolletta e in debito pubblico. se già oggi siamo indebitati fino al collo dove troveremo i soldi per costruire 4.000.000 di TORRI DI ACCIAIO ALTE 150m ????????????????? per non parlare del silicio microcristallino dei pannelli solari di oggi, per produrre il quale si utilizza più energia di quella che renderà il pannello…. è solo una gigantesca truffa!! ma anche ponendo, al limite dell’assurdo, che esistano (cosa peraltro tutta da dimostrare) tutta l’energia, i soldi e le materie prime per tutti questi pannelli solari, una volta che tutto andrebbe a pannelli solari, non esisterebbero più incentivi e PUFF, ecco la bolla che scoppia e l’incantesimo che svanisce…. OPS. YOU LOSE!!!

Rispondi

Larry maggio 23, 2011 alle 2:06 pm

e ridaje con queste freddure..
se c’è una cosa per cui si fanno le GUERRE si chiama PETROLIO

Economie occidentali piegate dagli incentivi alle rinnovabili? Ma per favore, trovami un economista serio che lo dica e poi ne riparliamo. Le materie prime fossili sono ASSAI più alti rispetto a quelli delle rinnovabili, circa 10 volte (detto da Guardian e non giornalinodelladestra.com)

http://www.guardian.co.uk/environment/2010/aug/03/fossil-fuel-subsidies-renewables

Rispondi

Piero Iannelli maggio 23, 2011 alle 12:53 pm

Io credo che potremmo anche evitare di arrivare al 2030.
Con queste eco-premesse molto prima una crisi economica e sociale con tanto di guerra civile non ce la toglie nessuno.

USA Circa 90 miliardi di dollari finalizzati a stimolare la generazione di posti di lavoro, solare e eolico, 224.500 posti di lavoro (in due anni) contro i 5 MILIONI PREVISTI nel medio termine. (16/12/2010).
http://www.ecoo.it/articolo/energie-rinnovabili-i-lavori-green-non-aumentano-come-previsto/9823/

12. 12.2010 – The Financial Times: Grave crisi delle industrie americane delle “energie rinnovabili”
FONTE:http://fusione.altervista.org/renewable_energy_jobs_peril.htm

La Spagna è in ginocchio grazie a queste eco-idiozie.
http://www.climatemonitor.it/?p=17024
:
Zapatero a febbraio ha affermato che probabilmente l’affaire solare non è altro che una ennesima bolla per il mercato finanziario ed economico. E anzi ha aggiunto che la Spagna non può più permettersi di sussidiare una FIT così costosa (lato Stato) e generosa (lato utente finale…)

Ovunque siano state messe in “pratica” queste ENERGIE RINNOVABILI si sono dimostrate FALLIMENTARI con costi “SOCIALI” spaventosi!

In Spagna si parla di rischio “PENSIONI”!

La Spagna di Zapatero blocca i sussidi per il fotovoltaico L’esecutivo aveva già deciso di tagliare del 30% i sussidi alle nuove centrali eoliche e termo-solari. Ora un nuovo provvedimento per il fotovoltaico applica la riduzione dei sussidi anche alle installazioni in funzione. Investitori come la HG Capital, che rappresenta un gruppo di 20 gestori di FONDI PENSIONISTICI, annunciano che l’impatto sugli investimenti sarà devastante..
http://www.tempi.it/esteri/0010865-la-spagna-di-zapatero-blocca-i-sussidi-il-fotovoltaico

Cordialmente

Piero Iannelli

Rispondi

Leave a Comment

{ 1 trackback }