Tutte le proprietà dell’olio essenziale di melissa e come usarlo

Vanta tutte le proprietà rilassanti della melissa officinalis

L’olio essenziale di melissa si ricava con tecnica di distillazione in corrente di vapore, metodo utilizzato tradizionalmente per l’ estrazione al naturale degli oli essenziali, dalla pianta officinale di melissa.

Da una pianta così ricca di proprietà si estrae un olio altrettanto prezioso per caratteristiche e qualità  soprattutto rilassanti e digestive.

Si tratta di un ottimo sedativo, che può aiutare nei casi di ansia e depressione, aiuta a tenere sotto controllo la pressione cardiaca ma funge anche come stabilizzatore del sistema ormonale soprattutto durante la menopausa.

Si possono preparare delle tisane rilassanti aggiungendo qualche goccia di quest’olio, dalle benefiche virtù sulla psiche. Ed è anche un ottimo digestivo.

Ecco tutte le caratteristiche dell’olio essenziale di melissa e i consigli d’uso.

Cosa è l’olio essenziale di melissa

Si ottiene dalla distillazione in corrente di vapore da foglie fresche e sommità fiorite della pianta di Melissa Officinalis, utilizzata fin dall’antichità per calmare l’ansia e regalare tranquillità. Un vero ansiolitico naturale!

Quest’olio è molto apprezzato per le sue numerose proprietà. È un ottimo calmanti del sistema nervoso e degli spasmi muscolari.

È anche uno dei migliori rimedi naturali per dormire per i bambini e non solo, perché calma l’insonnia e l’agitazione, e lenisce l’emicrania.

Inoltre, è un toccasana per la digestione, soprattutto se di mezzo ci sono ansia e nervosismo.
Viene usato anche direttamente sulla pelle, diluito con un olio vettore, per curare le punture di zanzara e altri insetti e lenire le irritazioni cutanee.

Conosciamo meglio questo olio essenziale e le sue virtù.

La pianta di Melissa officinalis

La melissa officinalis è una pianta erbacea della famiglia delle Labiate. Di origine eurasiatica oggi cresce in tutta Europa, dalle sue foglie verdi della pianta viene estratto, per distillazione in corrente di vapore, l’olio essenziale.

La melissa ha un piacevole aroma dolce le cui foglie rugose simili a quelle della menta offrono una piacevole aroma simile al limone.

Durante il Medioevo era tra le piante officinali più utilizzate per la preparazione di tisane e decotti. Gli veniva infatti riconosciuta la proprietà digestiva, ansiolitica naturale e rilassante per il sistema nervoso.

Curiosità sulla melissa

I Carmelitani Scalzi, istituto religioso di antiche origini, aveva realizzato nel XVII secolo un distillato di melissa chiamato Acqua Antisterica usata per sedare gli stati ansiosi, l’isteria, e per combattere l’insonnia.

Il nome Melissa in greco significa ‘ape’.

Era la base di alcuni distillati elaborati dai religiosi nei monasteri, come la Chartreuse e la Benedictine.

Olio essenziale di melissa: prezzo

La confezione standard da 5 ml è dotata di contagocce ed ha un prezzo che varia dai 30 ai 40 euro. Si tratta di olio biologico puro al 100% di vera Melissa officinalis.

Prezzo: 33,22 €
Prezzi aggiornati il 28-10-2021 alle 3:44 AM.

In commercio esistono anche prodotti con piccole concentrazioni di melissa, già diluiti in oli vegetali di base o portanti: il prezzo si aggira intorno ai 10 euro.

Dove trovare l’olio essenziale di melissa

Si acquista in tutte le erboristerie oppure si può trovare facilmente online in varie piattaforme e-commerce di prodotti erboristici e biologici.

Questo olio è molto diffuso e per questo bisogna fare attenzione durante l’acquisto per avere certezza che sia 100% naturale e ricavato dalla vera Melissa officinalis, senza additivi e non altre erbe simili o diluito con oli meno cari.

Sono in commercio infatti delle confezioni decisamente più economiche. In realtà sono:

  • degli oli portanti, con una presenza fino a solo 5% di olio essenziale vero
  • degli oli essenziali ricavati dalla ben più economica citronella di Giava, indicata con il nome botanico di Melissa indicum o Cymbopogon winterianus

Si consiglia di comprare un prodotto puro e di provenienza certificata, al fine di ottenere risultati officinali certi.

Come estrarre olio essenziale di Melissa

Le parti utilizzate della melissa officinalis nella preparazione dell’olio essenziale di melissa sono le sue foglie verdi dall’aroma di limone e le sommità fiorite.

La distillazione in corrente di vapore sfrutta il vapore come veicolo per estrarre tanto gli oli essenziali che gli idrolati dalle piante. Il prodotto finale è un estratto liquido ottenuto mediante la condensazione del vapore.

Tale  tecnica si basa sulla proprietà fisica degli oli essenziali di essere volatili, ossia vaporizzabili e trascinabili dal vapor acqueo.

Dopo un primo processo di distillazione si andranno a separare l’olio e l’acqua, per ottenere in parte l’olio essenziale e in parte l’idrolato.

  • L’olio si deposita in superficie poiché possiede densità inferiore rispetto a quella dell’acqua. Utilizzato per aromaterapia.
  • L’acqua che resta è un’acqua profumata – ovvero l’idrolato – che può essere utilizzata in cosmesi, in cucina, come acqua per stirare e per profumare la biancheria.

Affinchè l’olio sia utilizzato in fitoterapia deve subire un ulteriore processo di purificazione.

Olio essenziale di melissa fatto in casa

Preparare questo olio essenziale in casa non è semplicissimo. Avrete bisogno di un alambicco o un distillatore a vapore.

Se invece volete fare le cose in maniera più semplice, potreste preparare facilmente un olio di melissa. Tecnicamente si tratta di un oleolito e non di oli essenziali. Basterà far macerare le sue estremità fiorite e le foglie più tenere in un olio vegetale per un certo periodo e filtrare.

Vi serviranno le estremità verdi fresche e dell’olio vegetale, meglio se dall’aroma neutro (come l’olio di riso o di jojoba) Se ne possono usare sia foglie, che germogli, fiori.

  • Raccogliete le foglie fresche al mattino presto (quando sono cariche di olii essenziali)
  • Ripulite bene da insetti e terriccio e lavatele
  • Fatele asciugare distese
  • Depositate in una bottiglia di vetro dal collo largo
  • Versate dell’olio vegetale fino a ricoprire le foglie completamente
  • Aggiungete del sale grosso (stesso peso della pianta) per assorbire l’acqua di vegetazione emessa durante la macerazione. In questo modo si travaserà solo l’olio e non l’acqua, che  farebbe irrancidire l’oleolito.
  • Richiudete con un tappo ermetico a vite o con guarnizione
  • Immergete la bottiglia in una pentola con acqua , posizionando sul fondo uno straccio
  • Fate bollire a fuoco bassissimo per 3 ore
  • Filtrate con un colino a maglie strette e una garza, strizzando le foglie due volte, attendendo una notte tra le due operazioni
  • Conservate in un flacone di vetro scuro in un luogo fresco e asciutto

Proprietà dell’ olio essenziale di melissa

Tra le proprietà più note dell’olio di melissa possiamo elencare il suo effetto:

  • calmante e sedativo
  • analgesico
  • rilassante
  • antispastico naturale
  • antinfiammatorio
  • febbrifugo
  • antidepressivo
  • sudorifero
  • insettifugo

A cosa serve l’olio essenziale di melissa

Viene utilizzato per la cura naturale di alcuni disturbi di salute per il corpo e la psiche. Si consiglia come:

  • sedativo poiché svolge azione rilassante nei confronti del sistema nervoso, calma la tensione e tutte le situazioni ad esse connesse come palpitazioni, cefalea, gastrite nervosa
  • digestivo perchè facilità l’attività gastrica e rilassando le pareti dello stomaco
  • riequilibratore del sistema ormonale, impiegato soprattutto per ridurre il dolore del ciclo mestruale o per i fastidi derivanti dalla menopausa
  • tonifico per il cuore e per tutto il sistema cardiocircolatorio.

Come si utilizza l’olio essenziale di melissa

Tanti sono i modi consigliati per utilizzare questo potente olio: il suo utilizzo è sia interno sia esterno.

Vediamo bene come usarlo nel modo più efficace possibile

Uso esterno dell’olio essenziale di melissa

Alcune gocce di olio possono essere aggiunte al pediluvio, al bagno, al semicupio, all’olio per un massaggio decontratturante.

Per aiutare la digestione aggiungete 2 gocce in 1 cucchiaio di olio di sesamo o jolio di jojoba e massaggiate pancia e stomaco.

Se si intende calmare tensioni e sciogliere i nervi, aggiungete 10-15 gocce al bagno caldo.

Per conciliare il sonno, anche in caso di insonnia infantile, mettete 2 gocce nel diffusore d’essenze nella camera da letto.

Se si vuole combattere la cistite si consigliano i semicupi con olio puro.

Olio di melissa per massaggiare

Come olio da massaggio è un ottimo rimedio nei seguenti casi:

  • in caso di cefalea, palpitazione, crampi: aggiungere all’olio di mandorle circa 5 gocce di olio puro di melissa e massaggiare sulla parte dolente. Si rivela essere un ottimo antispasmodico anche nel caso di dolori muscolari
  • nel caso di mestruazioni dolorose, massaggiare l’addome con l’olio di melissa diluito in olio di mandorle. Se si soffre di sindrome premestruale i massaggi possono essere già eseguiti qualche giorno prima del ciclo
  • in caso di meteorismo e spasmi addominali massaggiare la pancia con un olio composto da 30 ml di olio vettore e 10 gocce di olio essenziale di melissa, 4 gocce di olio essenziale di lavanda e 3 gocce di olio essenziale di limone. Un ottimo rimedio naturale per rilassare lo stomaco e l’intestino sgonfiando la pancia
  • in caso d’insonnia assaggiare tempie e addome aggiungendo 2 gocce di olio di melissa in 10 ml di olio vettore

L’olio essenziale melissa per la pelle

In caso di piccole irritazioni cutanee, ferite, abrasioni e punture d’insetto, quest’olio permette di accelerare la guarigione, prevenire l’infezione, calmare il fastidio e lenire il prurito, per via delle virtù astringenti, calmanti e disinfettanti.

Contro eczemi e arrossamenti diluire 2-5 gocce in 30 ml di olio di germe di grano.

Inoltre, grazie all’azione antibatterica e antivirale, è utile per curare l’herpes simplex. Ne basterà 1 goccia sulle bollicine.

Come assumere l’olio di melissa

Può essere utilizzato anche per via orale, ma verificare prima che le indicazioni in etichetta specifichino “anche per uso alimentare”.

In questo caso questo olio puro può essere usato per risolvere delicatamente alcuni disturbi

  • come digestivo: aggiungere 2 gocce di olio ad un cucchiaino di miele e far sciogliere in una tisana a piacere, da bere dopo i pasti.
  • contro le vampate della menopausa: aggiungere 2 gocce ad 1 boccetta da 30 ml di tintura madre di salvia e assumere con regolarità 1 cucchiaio prima dei pasti.

Olio essenziale di melissa in gravidanza

Si sconsiglia di assumerlo per via orale durante la gravidanza e l’allattamento.

In generale è meglio utilizzarlo solo puro e naturale al 100% e non superare le 2 gocce giornaliere consigliate.

Olio essenziale di melissa: controindicazioni

La melissa presenta alcuni effetti collaterali e per questo se ne sconsiglia l’uso nei casi riscontrata allergia alla melissa o semplice sensibilizzazione cutanea.

Si consiglia di utilizzare l’olio puro diluito con altri oli vettori e applicare dapprima il prodotto su una piccola parte di pelle.

Si consiglia di non:

  • usarlo puro sulle mucose.
  • utilizzarlo sulla pelle prima dell’esposizione al sole
  • assumere nel caso di terapie a base di ormoni tiroidei
  • usarlo in caso di glaucoma per precauzione
Outbrain
Share
Published by
ScriBio

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.