Pass the bottle: il gioco su Facebook per imparare a riciclare il vetro

di Roberta Razzano del 12 Ottobre 2011

Il riciclo del vetro è una pratica in cui l’Italia è da sempre particolarmente attenta ed impegnata tanto che, con un tasso di riciclo pari al 68,3% solo nel 2010, la nostra nazione si è posta come leader della comunità europea.

Pass the bottle: il gioco su Facebook per imparare a riciclare il vetro

Un ottimo risultato che sviluppa il suo effetto positivo in ambiti differenti. Da quanto riferisce l’associazione nazionale degli industriali del vetro (Assovetro), infatti, l’industria vetraria garantisce la completa valorizzazione del vetro proveniente dalla raccolta differenziata cosa che fa risparmiare nell’acquisto di materie prime e, soprattutto, diminuisce l’emissione di CO2. Pass The Bottle

Con 2 tonnellate di vetro riciclato, nell’anno appena trascorso, abbiamo risparmiato alla nostra atmosfera una quantità di CO2 emessa pari alla circolazione di un milione di auto Euro 4 in un anno. Un risultato tutt’altro che trascurabile.

Ogni mezzo è lecito, ogni nuova idea ben accetta per consentire un incremento del riciclo che garantisca un futuro migliore per tutti noi.

Per questo motivo il movimento dei consumatori europei Friend of Glass, con il supporto del Feve (european container glass federation), hanno lanciato sul seguitissimo social network  Facebook il gioco del riciclaggio: Pass the bottle.

Scopo del gioco è quello di farsi incoronare “Vero Amico del Vetro”  scambiandosi bottiglie con gli amici virtuali per poi berle e portarle nella campana di riciclaggio.

Un giochino semplice, da fare per pochi minuti in qualche buco di tempo libero, il cui scopo reale è un’ulteriore sensibilizzazione al riciclo del vetro, una pratica che deve diventare sempre più quotidiana e naturale se vogliamo che il nostro pianeta sopravviva alla nostra ingombrante presenza.

Ecco dove installare l’applicazione Facebook Pass the Bottle: http://www.facebook.com/friendsofglassuk?sk=app_213238038715130

Articoli correlati:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment