Categories: Cani

Pastore di Beauce, un cane da guardia utilizzato anche dalla protezione Civile

Caratteristiche fisiche, carattere e consigli per la cura e l'alimentazione

Il Pastore di Beauce – noto anche come Beauceron o Berger de Beauce – è una razza canina piuttosto rara. Di origini francesi, è una cane di taglia grande. In origine veniva usato come cane da guardia e conduzione del bestiame. Oggi è invece apprezzato soprattutto come cane da guardia, al padrone e alle proprietà. Viene utilizzato dalla Protezione Civile per le situazioni gravi.

Pastore di Beauce: origini

Antico cane da pastore il cui nome deriva dalla sua regione di origine. Questo cane proviene infatti da la Beauce, una zona pianeggiante dell’entroterra nord-occidentale della Francia. Un tempo, questa zona era dimora di numerosi greggi di pecore, venivano appunto gestite da questo cane. L’allevamento del cane da pastore di Beauce riuscì a prendere il via anche senza l’incrocio con altre razze. Il primo standard di razza ufficiale del Bauceron fu creato nel 1889. Il riconoscimento ufficiale della FCI (Fédération Cynologique Internationale) avvenne però solo nel 1963.

Col passare del tempo, i greggi di pecore cominciarono a divenire sempre meno numerosi e, di conseguenza, venne a diminuire anche la necessità dei cani da pastore. Nonostante ciò, l’associazione “Les Amis du Beauceron” si impegnò comunque per preservare questa razza, reinventandola come cane da guardia, difesa, assistenza e protezione. Questa razza viene inoltre utilizzata dalla Protezione Civile per casi gravi.

Pastore di Beauce: caratteristiche

Il Beauceron è un cane di grossa taglia. Solido, robusto e rustico, ha una struttura possente, muscolosa e ben costruita, ma senza essere eccessivamente pesante. Le zampe posteriori presentano un doppio rampone, elemento distintivo proprio della razza.

Ecco come si presentano le varie parti del suo corpo.

  • Corporatura: robusta, forte, squadrata e muscolosa, con la schiena dritta e molto ampia
  • Cranio: di forma allungata e leggermente inclinato
  • Occhi: di forma ovale, sono di colore marrone con sfumature che vanno dallo scuro al nocciola
  • Orecchie: alte, piatte e larghe, possono essere pendenti o mezze erette. Comunque, non cadono sulle guance
  • Coda: piuttosto lunga, forma una leggera “J”
  • Pelo: corto sulla testa, e folto e robusto sul corpo, sfrangiato sulla coda e sul dorso
    Colore: nero, blu screziato o “arlecchino” (tricolore)

Altezza

Ecco l’altezza media al garrese:

  • maschi : da 65 a 70 cm
  • femmine: da 61 a 68 cm

Peso medio

Il peso medio è compreso tra i 30 e i 50 kg

Un adorabile cuccio di questa razza.

Beauceron arlecchino

Il Beauceron arlecchino ha una caratteristica molto particolare da cui deriva poi il suo nome. Il pelo è di 3 colori: nero, grigio e fuoco. Questa varietà di Pastore di Beauce è molto rara.

Pastore di Beauce, carattere

Il pastore di Beauce è un cane sicuro di sé. Molto coraggioso e dotato di grande intelligenza, è un cane sensibile e molto equilibrato. Irradia calma e onestà. Non è un cane frenetico né aggressivo, finché non si presenta un pericolo o non si avvicina una persona non autorizzata. In tali casi, infatti, diventa vigile e attento. Diffidente nei confronti degli estranei, è però allegro e amichevole con il suo padrone e la sua famiglia.
Non abbaia eccessivamente; lo fa solo quando vuole avvisare il suo padrone di un qualche pericolo.
Infine, il Pastore della Beauce è un cane vivace e giocherellone. Con i bambini è molto protettivo.

Pastore di Beauce, addestramento

In genere, il Pastore di Beauce è un cane buono e abbastanza indipendente. Tuttavia, se si supera il limite della sua tolleranza, può reagire rapidamente e con poca sensibilità. È quindi necessario che il padrone abbia una certa presenza fisica per controllare l’animale.

È un buon cane di famiglia, ma va addestrato. Per l’addestramento, vanno usati rigore, empatia e capacità di immedesimazione. Con questo metodo, l’animale diventerà un compagno docile e piacevole.

È bene ricordare che i cani da pastore di Beauce nascono come animali “da lavoro”. Se non può svolgere tali attività, il padrone lo deve impegnare, fisicamente e mentalmente, affinché l’animale riesca ad esprimere i suoi talenti e il suo desiderio di muoversi.

Per questa razza, sono consigliati l’agility e le lunghe escursioni.

Un cane da pastore che ben si adatta a vivere anche in famiglia.

Pastore di Beauce, salute e patologie

Il Pastore di Beauce è un cane solido e robusto. Sopporta bene sia il caldo che il freddo.

Si ammala raramente. Tuttavia, tra le malattie che si riscontrano più di frequente, ricordiamo:

  • la displasia dell’anca e del gomito
  • l’atrofia progressiva della retina
  • dilatazione e torsione dello stomaco
  • panosteite eosinofilica (enostosi)
  • alopecia da diluizione del colore

Ha la tendenza ad ingrassare.

Pastore di Beauce, cura

Il suo pelo va spazzolato soprattutto durante il periodo della muta.

Poiché è un cane che tende ad ingrassare, va mantenuto in forma facendogli fare molta attività fisica e facendolo vivere in giardini spaziosi.

Alimentazione

Il Pastore di Beauce deve mangiare due volte al giorno. Una razione al mattino, leggera, ed una la sera, più abbondante. Prima e dopo i pasti questo cane non va troppo stimolato perché c’è il rischio di torsione dello stomaco.

Questa razza di cani ha bisogno di spazio, possibilità di muoversi ed esercitarsi.

Quanto vive un un Pastore di Beauce?

Di media, questa razza canina vive fino a 12/14 anni e non soffre di patologie specifiche e gravi.

Pastore di Beauce, prezzo

Il costo di un Bauceron cucciolo è attorno a 500/600 euro.
Si consiglia di verificare che l’allevamento sia in un luogo di campagna e non in un appartamento.

Altri approfondimenti

Scopri tutto sulle varie razze di cani da pastore:

Qui di seguito trovi altri articoli in materia che potrebbero interessarti:

Outbrain
Share
Published by
Federica Ermete

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.