Notizie

PeSeta: dalla Spagna la macchina da cucire a pedali che ricorda quella delle nostre nonne

Produrre energia ecologica da soli per piccoli bisogni è un’idea molto allettante. Il bisogno di  ottenere energia pulita senza impoverire le risorse del nostro pianeta ai nostri giorni è sempre più urgente. Una famiglia media si trova ad affrontare il problema di ottenere fonti di elettricità in quantità crescente a prezzi economici.

PeSeta: dalla Spagna la macchina da cucire a pedali che ricorda quella delle nostre nonne

A Madrid l’azienda PeSeta progetta e realizza i suoi prodotti localmente. La sua fondatrice Laura Martinez del Pozo è un’appassionata di tessuti e di cucito, ed insieme a Jamie Sevilla Moreno ha avuto l’idea di accoppiare due oggetti estranei fra loro, una vecchia macchina da cucire a pedali e una bicicletta, per creare qualcosa di originale ma al contempo non privo di utilità.

Il connubio, nato dopo che due amici avevano lasciato i due oggetti nel loro negozio, presenta un’alternativa alla macchina da cucire elettrica, anche se risulta  un poco ingombrante per essere posizionata in un normale salotto.

Questa macchina da cucire, collegata alla bicicletta, ha bisogno di due persone per funzionare, una che si occupi di seguire il cucito e l’altra che si presti a pedalare, aggiustando la pedalata di modo che sia possibile cucire. Si tratta quindi di un’idea semplice ma  che necessita di sincronia fra due persone.

In realtà questo progetto non è pensato per essere commercializzato, si tratta piuttosto di un’idea di marketing per lanciare i prodotti confezionati dalla PeSeta. In particolare con questa macchina da cucire speciale, Laura e Jamie hanno deciso di creare dei cappellini in cotone per andare in bicicletta, disponibili sia in “edizione Limitata” che in “edizione Deluxe”, linea che include nella sua confezione oltre al cappellino un Dvd che ne documenta la particolare realizzazione. I cappellini della PeSeta sono venduti nel negozio del New Museum Bycicle cap (www.newmuseum.org).

Peseta, Edizione limitata cappellini da bici
Peseta, Edizione limitata cappellini da bici

L’idea di produrre in proprio energia pedalando non è solo una fantasia, la creazione di generatori di energia a pedali è qualcosa di concreto. In Afghanistan, ad esempio, è stata realizzata una macchina a pedali per fornire energia ad un laptop (http://www.alternative-energy-news.info/technology/human-powered/pedal-power/).

Esistono anche dei generatori a pedali molto utili in caso di emergenze ed in luoghi non sufficientemente forniti di attrezzature. Ad esempio l’apparecchio per bicicletta Pedal-A-Watt permette di mantenersi in forma mentre si fornisce energia alla propria casa e può essere collegato a qualsiasi bicicletta in buone condizioni, comprese quelle per bambini. Mediamente con questa macchina si possono realizzare 125 –130 watt, adatti per far funzionare un televisore, una lampada o una radio e con un apparecchio aggiuntivo, il Power Pack, è possibile immagazzinare l’energia prodotta abbinando in questo modo il mondo dell’arte ad un business creativo.

Speriamo quindi che apparecchi di questo genere diventino più diffusi, a portata di mano dell’utente comune e di semplice utilizzo, forse in questo modo ognuno potrà dire di contribuire in modo effettivo alla causa della natura.

Leggi anche:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close