Plantbook, il laptop ad energia solare che si ricarica innaffiandolo come una canna di bambù

di Claudio Riccardi del 11 gennaio 2012

Notebook e netbook di ultima generazione sono già superati: è Plantbook il computer del futuro?.

Plantbook, il laptop ad energia solare che si ricarica innaffiandolo come una canna di bambù

Questo prototipo, progettato da Seuggi Beak e Hyerim Kim, è un pc che coniuga perfettamente tecnologia ed ecologia: Plantbook, infatti, si “innaffia” per essere ricaricato e si arrotola come una canna di bambù….

FOTO: SCOPRI LE IMMAGINI DEL PLANTBOOK

Entrambi i display sono pieghevoli e avvolgibili e lo schermo inferiore di questo computer high-tech ne costituisce la tastiera.

L’aspetto altamente ‘green’ ed innovativo di Plantbook consiste nel fatto che non sia necessario ricaricarlo nel modo tradizionale: una volta chiuso, il pc assume una forma cilindrica e viene inserito all’interno di un bicchiere pieno d’acqua sotto il sole da cui grazie ad un fenomeno di elettrolisi ricava l’energia necessaria, liberando al contempo ossigeno. Plant Book

Di certo è un prototipo davvero entusiasmante che potrebbe rendere più sostenibile il nostro ormai irrinunciabile consumo di energia elettrica per alimentare i computers.

Per il momento, tuttavia, non resta che attendere di scoprire se questo mirabile prototipo verrà portato  effettivamente in produzione e con quale prezzo  verrà commercializzato.

Se ti interessano i pc ecologici e altri prodotti eco-tech, allora vai a questi articoli:

 

Outbrain

{ 3 comments… read them below or add one }

Francesco settembre 10, 2012 alle 8:52 am

Non è un prototipo, è un concept, ben lontano dall’essere realizzato purtroppo.

Rispondi

Davide giugno 18, 2012 alle 8:25 pm

Per essere davvero ecologico al 100% dovrebbe utilizzare solo free-software… Con windows installato è come utilizzare una macchina ecologica con le pile stilo (non ricaricabili) per l’alimentazione…

Rispondi

hga febbraio 16, 2012 alle 12:57 pm

elettrolisi: energia elettrica -> energia chimica, non viceversa, ma l’immagine è carina ^^

Rispondi

Leave a Comment