Categories: Alimenti

Scopriamo l’acetosella e i suoi diversi utilizzi

Le proprietà della acetosella sono molte e si usa anche in cucina

Le proprietà della acetosella sono diverse e tutte poco conosciute: è un valido alleato contro diversi disturbi e si può anche mangiare in insalata o in altri modi, come su crostini e pancake.

La pianta di acetosella

Questa piccola pianta (nome scientifico Oxalis acetosella) è caratterizzata da foglie basali e infiorescenze di colore rosa tenue, giallo, fucsia o bianco. Il suo nome deriva dalla grande quantità di acido ossalico contenuto nelle foglie.

Proprio per il suo caratteristico sapore acidulo che ricorda molto quello dell’aceto, è utilizzata sin dal Medioevo come condimento per insalate, verdure e minestre.

Questa pianta erbacea cresce in modo spontaneo in zone montane e submontane, boschi ed in zone umide. Pur essendo molto diffusa, questa pianta dai caratteristici fiori bianchi non è molto facile da riconoscere perché tende a confondersi con il comune trifoglio.

Ha tante proprietà ed è ottima anche in cucina. Assaggiando le foglie, si può riconoscere il suo tipico sapore aspro ed acidulo.

Le proprietà della acetosella

La storia dell’acetosella

Grazie alla presenza dell’acido ossalico, in passato l’utilizzo era relativo all’igiene domestica, trovando applicazione nella lucidatura degli oggetti in rame, come smacchiatore per gli indumenti con tracce di inchiostro o di ruggine e come fissante per i colori.

In cucina, inoltre, tendeva ad essere usato in sostituzione del limone. I contadini, inoltre, attribuivano alla pianta la capacità di preannunciare le condizioni meteorologiche in base alla chiusura della foglie di sera così come all’arrivo di pioggia o forte vento.

Le proprietà dell’acetosella

Si possono rilevare elevate concentrazioni di acido ossalico, vitamina C e mucillagini, presenti soprattutto nelle sue foglie.

Questa pianta possiede importanti:

  • proprietà diuretiche e depurative che la rendono un utile alleato contro i problemi a carico dell’apparato digerente.
  • proprietà decongestionante, astringente ed antinfiammatoria che ne fanno un un valido rimedio naturale da applicare in caso di eruzioni cutanee o per pelli arrossate ed infiammate oppure per trattare piccole lesioni del cavo orale.

Controindicazioni dell’acetosella

Si consiglia, tuttavia, di assumere solo piccole quantità a causa dell’elevata concentrazione di acido ossalico. Si tratta di uno dei classici anti-nutrienti che ostacolano la digestione.

Per lo stesso motivo essa è controindicata per chi soffre di patologie renali, disturbi gastrici, intestinali ed epatici.

Le ricette con l’acetosella

Oltre a consumarle crude in insalata e cotte in minestre e zuppe, si può anche preparare un decotto con:

  • 20 foglie di acetosella essiccate
  • 1 l di acqua

Preparazione. In un tegame portate l’acqua con le foglie in un filtro ad ebollizione a fiamma bassa e poi mantenete sul fuoco per circa 5 minuti. Lasciate raffreddare e consumate a temperatura ambiente.

Questa pianta è nota con il nome scientifico di Oxalis acetosella,

Dal suo succo, inoltre, si ricava una bevanda dissetante simile alla limonata, mentre le radici possono essere cucinate come asparagi.

Per realizzare una ricetta originale a base di acetosella, potremmo cimentarci nella preparazione di sfiziosi crostini fatti con pane tostato e tante erbette selvatiche. Ecco gli ingredienti:

  • Qualche fetta di pane tostato
  • 1 manciata di foglie di acetosella
  • 1 manciata di foglie di achillea
  • 2 uova sode
  • 1 peperoncino sott’aceto

Preparazione. Frullate tutte le erbe nel mixer, unite le uova sode e il peperoncino e continuate a frullare stemperando il composto così’ ottenuto con un filo d’olio extravergine. Nel frattempo fate tostare il pane in forno o nel tosta pane e spalmate la crema ottenuta sul pane. Se volete potete decorare i crostini con i fiori di pratoline. Ideali per un aperitivo, un antipasto o uno spuntino veloce!

Acetosella: significato nel linguaggio dei fiori

Questa pianta presenta due diverse accezioni nel linguaggio dei fiori:

In primo luogo, viene identificata con l’amore materno o in senso più ampio col concetto di protezione.

Ha anche un significato simbolico, mutuato dal fatto che la sua fioritura avviene sempre prima del bel tempo, invece troviamo la fine delle preoccupazioni.

Prodotti e approfondimenti a tema

Potrebbero interessarti anche questi libri e prodotti su questa erba ed altre erbe spontanee:

Prezzo: 21,90 €
Prezzi aggiornati il 2-07-2022 alle 9:11 PM.

Scopri anche le proprietà di queste piante:

Outbrain
Share
Published by
Elle

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.