Notizie

Rapporto UN dopo conferenza Abu Dhabi: nel 2050 oltre l’80% dell’energia supportato da rinnovabili

Il passaggio ad un’economia basata al 100% sulle energie rinnovabili non è una chimera. Servono però le giuste politiche energetiche e lo sviluppo di adeguate infrastrutture.

Rapporto UN dopo conferenza Abu Dhabi: nel 2050 oltre l’80% dell’energia supportato da rinnovabili

Questo è quello che emerge dal rapporto dell’Intergovernmental panel on Climate Change, presentato il 9 maggio a Abu Dhabi. L’Ipcc è il foro scientifico creato dalle Nazioni Unite per monitorare i cambiamenti climatici e gli effetti delle attività umane su di essi.

In questa relazione, il gruppo di esperti internazionali che ne fa parte  analizza le principali fonti di energia rinnovabile: la geotermica, l’energia idroelettrica e marina, l’energia solare, eolica e da biomasse. La conclusione che ne trae è che investire sulle energie pulite è doppiamente conveniente. Primo perché è l’unica via percorribile per evitare che le temperature salgano oltre i 2° sopra i livelli preindustriali, fatto che potrebbe scatenare conseguenze climatiche catastrofiche. Secondo perché l’implementazione delle energie rinnovabili potrebbe essere un’occasione di sviluppo anche per i paesi più poveri. Non sono solo parole: secondo un serio studio di fattibilità entro il 2050 l’80% del fabbisogno energetico mondiale potrebbe essere soddisfatto da fonti di energia rinnovabile.

Non del tutto soddisfatti invece gli ambientalisti di Greenpeace e di WWF International che sostengono la possibilità e la necessità di andare oltre. Come era già emerso da uno studio dell’Università di Stanford, sarebbe possibile e auspicabile puntare alla totale riconversione entro il 2050. L’unico ostacolo? Per Sven Teske di Greenpeace e per molti altri è l’opposizione dei governi. Si spera arrivi presto il momento in cui, al centro delle politica pubblica, ci sarà la salute e il benessere del cittadino e non gli interessi economici dei grandi gruppi industriali legati all’atomo, al gas ed al petrolio.

Articoli correlati: Obiettivo 100% energia da rinnovabili nel 2030?

Articoli correlati

3 Commenti

  1. @Larry ( delirio? ) Ci sono i link, leggi da solo, di mio non c’è una virgola.

    “Gli ambientalisti sono pazzi?”..

    No.
    Certamente la base è animata da giustissimi principi, peraltro condivisibili.
    Chi non è daccordo a proteggere l’ambiente?
    Chi vorrebbe vicino casa un inquinante industria chimica?

    Il mio commento è da interpretare con : “ATTENZIONE” non è tutto oro quel che luccica..

    E’ da intendersi : attenzione il “riscaldamento globale” è da più parti sconfessato, peraltro dallo stesso padre di questa teoria:

    1″- Gli aumenti delle temperature medie globali sono statisticamente “IRRILEVANTI”, dal 1995, così come afferma uno dei padri della climatica-bufala Phil Jones preso in castagna dal CLIMATEGATE. I DATI ERANO CONTRAFFATTI! Basta cercare “CLIMAGATE” per sincerarsene.
    “Il dottor Phil Jones (IPCC)ammette: Nessun riscaldamento Globale dal 1995..”

    A^I dati di vitale importanza per sostenere il ‘grafico della mazza da hockey’ sono andati PERSI !

    B^ Non c’è stato alcun riscaldamento globale a partire dal 1995

    C^ Periodi di riscaldamento globale sono già accaduti in passato – ma non a causa dell’uomo .

    FONTE: http://www.dailymail.co.uk/news/article-1250872/Climategate-U-turn-Astonishment-scientist-centre-global-warming-email-row-admits-data-organised.html?ITO=1490

    /——————–/

    Ora ti chiedo, concedendoti il beneficio del dubbio del riscaldamento globale,
    Ti sembra possibile che ci siano questi conflitti di interessi manifesti?

    Due esempi chiari :

    Federparchi ed i parchi rappresentano per LEGAMBIENTE e per i suoi dirigenti la più grande fonte di guadagno (anche P.E.R.S.O.N.A.L.E ) dei prossimi decenni. CENTINAI…A DI MILIONI DI EURO ! La parola magica è C.A.R.B.O.N – C.R.E.D.I.T

    http://youstrong.wordpress.com/

    SESSANTA MILIARDI DI DOLLARI al “WWF“!

    Lo leggo dal Telegraph nessuno ne parla?: ..emersa però un’agenda nascosta circa la preservazione di questa parte di foresta amazzonica, che consiste nel permettere al WWF ed ai suoi partners di condividere la vendita di crediti di emissione di anidride carbonica per un valore di 60 MILIARDI DI DOLLARI,..

    http://www.telegraph.co.uk/comment/columnists/christopherbooker/7488629/WWF-hopes-to-find-60-billion-growing-on-trees.html

    Ci sono i link leggi, informati, verifica..

    Dietro questa eco-giostrina del contenimento della CO2 caro Larry si muovono interessi al cui confronto i soldi degli ambientalisti sono “eco-mollichelle”.

    ” IPCC, GLI SPORCHI AFFARI DEL DOTT. PACHAURI”

    ..Questi organismi comprendono le banche, le aziende del petrolio e …dell’energia e i fondi di investimento pesantemente coinvolti nel “mercato delle emissioni” e nelle “tecnologie sostenibili” che, messi insieme, costituiscono il mercato più in rapida crescita del mondo, stimato prossimo a valere migliaia di miliardi di dollari all’anno..

    FONTE: http://www.svipop.org/sezioniTematicheArticolo.php?idArt=552

    /———–/

    Accenni a ( congiura plutaico-massonico-ambientalista di lobby contrarie ad atomo e petrolio? )

    Assolutamente no, però mi fà pensare questa dichiarazione:
    Rompuy ha detto che il 2009 sarà il primo anno del governo globale, il mega-progetto del gruppo Bilderberg, e ha promesso di introdurre delle imposte europee.
    “Il 2009 è anche il primo anno di governo globale, con la creazione del G20 nel bel mezzo della crisi finanziaria globale. La Conferenza sul Clima di Copenaghen sarà un altro passo avanti verso il governo globale del nostro pianeta”.

    FONTE:http://www.ecplanet.com/node/816

    Riguardo le associazioni contrarie ad atomo e petrolio ti consiglio di leggerti questo:

    LA FAMIGLIA ROCKEFELLER, AZIONISTA DI EXXON, FINANZIA GREENPEACE

    FONTI: http://ambientalismodirazza.blogspot.com/2009/07/la-exxon-suona-greenpeace-come-un.html
    http://www.vocidallastrada.com/2010/07/la-famiglia-rockefeller-azionista-di.html
    http://www.itrigotti.it/caeli-enarrant-gloriam-dei/7-caeli-enarrant-gloriam-dei/7-la-bufala-ecologista.html

    Concludo dicendo L’Ipcc ha parlato di oltre l’80% dell’energia supportato da rinnovabili..
    Verissimo.. manca però l’informazione “CARDINE”.

    (non potranno mai soddisfare la domanda energetica Se la maggior parte di persone muoiono )

    Ecco perchè ho mostrato i vari pensieri di questi vertici ambientalisti, che vertono su sterilizzazioni di massa e aborti coatti..

    Cordialmente.

    Piero Iannelli

  2. interamente magari no! Ma l’80% sarebbe una bella cosa, il resto potrebbe essere gas naturali, ma vorrebbe dire NO petrolio e NO atomo, scusa se ti sembra poco!

    Non ho capito il delirio su Shearman, cosa vuol dire, che gli ambientalisti sono pazzi?
    O che c’è una congiura plutaico-massonico-ambientalista di lobby contrarie ad atomo e petrolio?
    Ma per favore…

  3. Rapporto IPCC sembrerebbe dire ben altro:
    “energie rinnovabili non potranno mai soddisfare la domanda energetica Se la maggior parte di persone muoiono o rimangono miseramente poveri ”
    IPCC report: Renewables can never meet energy demand – Unless most people die or remain miserably poor
    Fonte:
    http://www.theregister.co.uk/2011/05/10/ipcc_srren_pre_release/
    /——-/
    In linea con le teorie “ECOLOGISTE” di sterminio trovo sempre dell’IPCC

    Professore Emerito David Shearman, laureato in medicina e già collaboratore dell’IPCC nel terzo e quarto Working Group. . Ebbene, questo Emerito Professore, sinteticamente, promuove l’idea di una eco-dittatura esercitata da una classe dirigente di Eco Guerrieri che possa soggiogare le masse attraverso le leggi della Green Religion.

    Shearman infatti non si sottrae alle classiche definizioni dell’umanità, in quanto eco-tumore, cancro ecologico. E l’unica soluzione, guarda caso, è un regime autoritario. Altro che democrazia, l’unico modo – parole di Shearman – per governare il mondo è l’autoritarismo. . soppressione e la sostituzione delle religioni, che mal si sposano con l’autoritarimo. ..E questo dio, incarnato nello Stato, punirebbe i suoi adepti ogniqualvolta venga commessa una eco-infrazione.
    .. centri di educazione e formazione per gli Eco Guerrieri. Queste armate elitarie, come nell’antica Sparta (sic), avranno il compito di combattere i nemici della vita. Ovviamente non della vita umana.
    ..In futuro i nostri governi saranno basati sul Ministero della Biosfera, all’interno del quale lavoreranno Filosofi ed Ecologisti. Questi guardiani (sic) potranno o governare direttamente o indirizzare un governo autoritario basato su politiche derivanti dalle indicazioni ecologiste e dalla sensibilità filosofica degli stessi.
    La seconda rilfessione è che, semmai, il vero scandalo è che questa persona abbia preso parte al processo di revisione dell’IPCC. E la cosa ancor più grave è che questo Shearman non è affatto una meteora solitaria in cielo. A parte il famoso Lovelock, che nella sua ipotesi Gaia già auspicava una sospensione della democrazia, c’è da dire che in questi ultimi anni si stanno moltiplicando i messaggi ostili. Un esempio1?
    • L’ambientalista finlandese Pentti Linkola2 auspica la creazione di eco-gulag nei quali rinchiudere, ehm sì, noi scettici. Per essere rieducati. Nel qual caso saremmo i più fortunati. Visto che auspica anche lo sterminio di massa, la sterilizzazione di massa, la confisca delle auto e la Green Police ad aspettarvi sulla porta di casa. Ah, dimenticavo: per Linkola andrebbero resettati gli ultimi 100 anni di progressi scientifici.
    • L’ambientalista Keith Farnish invece promuove atti di sabotaggio e terrorismo. Secondo lui bisognerebbe far saltare in aria le dighe e distruggere le città per forzare l’umanità a tornare ad una situazione precedente la Rivoluzione Industriale. Farnish vi è sconosciuto? Sappiate che l’introduzione al suo libro è stata scritta nientemeno che da… James Hansen. Sì, proprio lui.
    • John Holdren, sì l’amico di Paul Ehrlich e l’attuale consigliere di Obama, è stato (adesso si da un tono) promotore di idee quali la decrescita, non molto felice. Infatti sarebbe da perseguire con un governo mondiale eco-fascista che dovrebbe attuare aborti e sterilizzazioni di massa.
    • Erik Pianka, professore biologo dell’università del Texas. Marginale come figura, però nel 2006, per inciso, durante una conferenza della Academy of Science, suggerì di sterminare il 90% della popolazione con il virus Ebola… -19/1/ 2011
    http://www.climatemonitor.it/?p=15156

    Il sociologo ed economista Sachs: solo una catastrofe sveglierà il mondo Sviluppo insostenibile, Wolfgang Sachs E’ pessimista: «Oggi neanche i governi sanno più cosa fare», e il tempo sta per scadere: il surriscaldamento minaccia la terra
    http://www.libreidee.org/2010/09/sachs-solo-una-catastrofe-svegliera-il-mondo/

    Il “catastrofismo”.. di un sociologo ed economista ? Esperto quindi non di cambiamenti climatici e potrebbe parlarne con la stessa autorevolezza il mio gatto di casa..

    LE ENERGIE RINNOVABILI?
    Eccole qua:

    UNA eco-TRUFFA?

    Pagare l’energia 15 VOLTE IL VALORE!. Perchè di “questo” si tratta.

    Ricordo che compriamo energia a 6 Cent, (3,5/4,5 cent alla fonte),pagando mediamente 48 cent il kW fotovoltaico, cui aggiungiamo i “cert. verdi”. I conti tornano. il «biglietto verde» pesa infatti per i due terzi dei ricavi complessivi.

    FONTE: http://www.viadalvento.org/informazioni-sulleolico-in-sicilia/nella-foresta-dei-mulini-a-vento-che-senza-incentivi-non-sorgerebbero-corriere-della-sera/

    Rinnovabili, Ortis: in 2011 “stangata” in BOLLETTA da 5,7 mld
    FONTE: http://it.finance.yahoo.com/notizie/Rinnovabili-Ortis-2011-reuters_ids-190856464.html?x=0

    Quindi parliamo di OLTRE 100 euro in bolletta considerando anche i vecchi e bambini.. siamo 60 milioni.
    /———————/
    Ma complessivamente ”PAGHEREMO” 88 MILIARDI DI EURO, rendendo le bollette molto più care rispetto all’attuale.
    FONTE: http://www.ecoo.it/articolo/energia-solare-il-fotovoltaico-italiano-fa-lievitare-le-tasse/11545/

    ECCOVI I POSTI DI LAVORO DI QUESTO “CANCRO RINNOVABILE”.

    ”Il Sole 24 Ore: da sole e vento lavoro a caro prezzo..

    ..i posti di lavoro creati dall’energia rinnovabile?
    SETTE VOLTE più cara di quello che i sussidi pubblici possono produrre nel resto dell’industria, cinque volte di più per un nuovo posto nell’economia in generale

    FONTE:http://www.viadalvento.org/occupazione/il-sole-24-ore-da-sole-e-vento-lavoro-a-caro-prezzo/

    Cordialmente.

    Piero Iannelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button