Categories: Bellezzafeatured

Rimedi naturali occhiaie: quali funzionano veramente?

I rimedi della nonna e tanti utili consigli da adottare come sane abitudini a tavola e non solo

Speciale occhiaie.
Che sia una caratteristica che abbiamo fin dalla nascita o l’effetto temporaneo della stanchezza, si tratta di un segno che tutti vorrebbero cancellare. Stiamo parlando delle odiatissime occhiaie, quegli antiestetici solchi bluastri che compaiono sotto gli occhi donandoci un aspetto davvero terribile: stanco, sciupato e poco sano.
Vediamo insieme allora quali sono i rimedi naturali per eliminarle o, quanto meno, affievolirle.

Cosa sono le occhiaie

Le occhiaie sono degli aloni scuri che compaiono nell’area appena sotto la palpebra inferiore degli occhi. Sono un inestetismo “democratico” perché sono comuni sia negli uomini che nelle donne. Talvolta sono anche accompagnate da borse e gonfiore sotto gli occhi.
Conferiscono un’aria sciupata perché fanno apparire l’aspetto del viso stanco e affaticato.

Tipi di occhiaie

Esistono vari tipi di occhiaie. Soffermiamoci sulle due più comuni e diffuse:

  • viola-bluastro, causate principalmente dal ristagno del microcircolo
  • beige-marrone, in base all’incarnato

In genere, il ristagno del microcircolo è più visibile sulla pelle chiara, mentre la seconda tipologia di occhiaie è più comune sulle pelli scure.

Occhiaie nere

Gli occhi sono circondati da una certa quantità di grasso all’interno del quale scorrono numerosi capillari che irrorano la zona di sangue. Per vari motivi, può capitare che questi capillari si rompano andando così a provocare la fuoriuscita di piccolissime quantità di sangue. Questo sangue tende ad accumularsi nella zona al di sotto degli occhi, dove la pelle è più sottile, creando dei veri e propri micro-edemi. Poiché il sangue è ricco di ferro, la pelle rimane macchiata assumendo quelle tipiche sfumature grigio/nero/marrone scuro.

Le occhiaie nere possono comparire per i motivi più disparati. Tra le ragioni più comuni ricordiamo lo stress intenso, la disidratazione, lo scarso riposo, le alterazioni della pigmentazione cutanea, la cattiva alimentazione, la fragilità capillare e la dermatite atopica o allergica da contatto.

Occhiaie rosse

È abbastanza frequente che i cerchi rossi compaiano nei soggetti che non bevono abbastanza acqua o che consumano cibi troppo salati, cosa che provoca una eccessiva ritenzione di liquidi ed il relativo accumulo in alcune aree del corpo, compresi i tessuti che si trovano proprio attorno all’occhio.

Spesso, alcune donne hanno le occhiaie quando utilizzano determinate marche di prodotti cosmetici, specie quelli contenenti troppe sostanze chimiche.

Le occhiaie rosse provocate da i motivi appena citati non vanno confuse con quelle che compaiono a causa dell’invecchiamento dei tessuti.

Occhiaie nere scavate

Questo tipo di occhiaie può indicare una mancanza di vitamina C o una prolungata esposizione al sole o, molto più semplicemente, un segno di invecchiamento.
Se invece, le palpebre, oltre che scure, appaiono anche gonfie, allora potrebbe trattarsi di un ristagno di liquido causato da patologie o altri fattori.

Occhiaie bambini

Può succedere che le occhiaie si presentino anche in soggetti non predisposti, come ad esempio i bambini. In genere, però, in questi casi, si tratta più che altro di un fenomeno transitorio.

A cosa sono dovute le occhiaie

Si tende a pensare che la stanchezza e la mancanza di sonno siano la spiegazione più logica agli occhi “cerchiati”. In realtà, la mancanza di riposo è solo uno dei tanti fattori che possono contribuire alla formazione di questo inestetismo.

A breve li andremo a vedere singolarmente nello specifico. Premettiamo comunque subito che, nella maggior parte dei casi, non sono motivo di preoccupazione e non richiedono cure mediche.

Ecco qui di seguito le principali cause della formazione delle occhiaie:

  • stress
  • riposo notturno scarso e non sufficiente
  • predisposizione familiare
  • disidratazione dei tessuti della zona del contorno occhi
  • eccessiva esposizione ai raggi solari
  • abuso di lampade abbronzanti e lettini solari
  • allergie a polvere, pollini e graminacee
  • fumo
  • alcol
  • allergie alimentari
  • alimentazione non equilibrata
  • anemia e mancanza di ferro (in questo caso, le occhiaie sono in genere accompagnate anche ad un pallore piuttosto evidente)
  • ritenzione idrica, che può essere banalmente causata dalla scarsa assunzione di acqua, ma potrebbe anche essere legata a problemi cardiaci, alla tiroide, ai reni o al fegato, ma anche all’assunzione di alcune tipologie di farmaciTutti questi fattori comportano non solo la comparsa, ma anche il progredire e l’accentuarsi di questo inestetismo, che diventa sempre più evidente con il trascorrere degli anni. La pelle al di sotto degli occhi, infatti, è molto sottile e delicata e, con l’avanzare del tempo, si assottiglia sempre di più perdendo elasticità.

Occhiaie: rimedi naturali

Il make up viene in aiuto alle donne che, per mascherare, coprire e camuffare le occhiaie, utilizzano correttori di ogni tipo (liquidi, in stick, in polvere) e di ogni marca.
Esistono però tantissimi rimedi naturali che, se applicati con costanza e diligenza, ci permettono di attenuare il problema di molto. Vediamo quali sono i rimedi più efficaci.

Impacchi localizzati

  • Ghiaccio o acqua fredda. Per un risultato ancora più efficace, è possibile impiegare anche sostanze naturali che contribuiscono ad attenuare queste imperfezioni. Ad esempio, si può applicare un pesto di foglie di menta e aloe vera o un impacco di camomilla per circa 10 minuti
  • Tè verde o nero, freddo, da applicare nelle zone interessate e da lasciare agire per 10-20 minuti. Il tè, infatti, contiene teina e antiossidanti che aiutano a stimolare la circolazione sanguigna riducendo, allo stesso tempo, la ritenzione di liquidi
  • Camomilla perché svolge un’azione lenitiva e decongestionante
  • Cetriolo: si possono applicare delle fettine di cetriolo direttamente sugli occhi chiusi per 15 minuti circa oppure imbevere delle garze o dei fazzolettini in cotone con il succo centrifugato di cetriolo, da applicare sugli occhi chiusi per il medesimo lasso di tempo
  • Patate: applicare sottili fettine di patate, in grado di attenuare sia il gonfiore attorno agli occhi che i segni scuri causati dalla stanchezza
  • Succo di pomodoro, da applicare sotto gli occhi con l’aiuto di una garzina o un fazzolettino per 10-15 minuti
  • Pappa reale: una maschera per il viso ideale per eliminare rapidamente i segni della stanchezza

Per gli impacchi localizzati sono noti per le loro proprietà lenitive e decongestionanti anche il rosmarino, la malva e la rosa.

Sane e buone abitudini

  • Rallentare i propri ritmi se la causa è lo stress
  • Rilassamento: almeno una volta al giorno, eseguire alcuni semplici esercizi di rilassamento, come la respirazione profonda
  • Dormire almeno 7-8 ore per notte (secondo l’Ayurveda, è importante addormentarsi non più tardi delle 23 perché è proprio nelle prime ore della notte che il nostro organismo si rigenera e si ricarica di energia, eliminando le scorie)
  • Dormire con la testa sollevata utilizzando un cuscino un po’ più alto (oppure più cuscini sovrapposti) per favorire il drenaggio dei liquidi
  • Massaggi: massaggiare la pelle del contorno occhi eseguendo movimenti circolari che aiutano a riattivare la microcircolazione
  • Proteggere la pelle dai raggi solari utilizzando degli occhiali da sole con buone lenti protettive in modo da prevenire il fotoinvecchiamento cutaneo
  • Make up: evitate l’utilizzo di prodotti struccanti aggressivi
  • Idratazione: mantenere la pelle sempre ben idratata applicando una crema a base di ingredienti naturali
  • Utilizzo PC: se si lavora molte ore al giorno davanti ad un computer o ad un dispositivo elettronico, concedersi pause di 5-10 minuti ogni ora così da evitare l’affaticamento visivo

Alimentazione

  • Antiossidanti: integrare la propria alimentazione con cibi ricchi di antiossidanti, come more, mirtilli, prezzemolo, cipolle, legumi e melagrana
  • Vitamina C: portare più spesso in tavola alimenti ricchi di vitamina C, come kiwi, arance, carote, succo di limone, fragole, peperoni, lattuga e pomodori. Il giusto livello di vitamina C, infatti, aiuta a rafforzare i capillari
  • Ferro: mai farsi mancare alimenti ricchi di ferro come le lenticchie
  • Tè, caffè e bibite: evitare, o quanto meno limitare, l’assunzione di tè, caffè e bevande gassate perché riducono la presenza del gruppo vitaminico B e l’assorbimento di ferro
  • Acqua: bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno
  • Sale: evitare tutti quegli alimenti molto ricchi di sale perché favoriscono il ristagno e la ritenzione dei liquidi

Differenza tra borse e occhiaie

La formazione delle borse sotto gli occhi è sempre influenzata dalla presenza dei capillari della zona sotto le palpebre. A causa della perdita di elasticità e permeabilità di questi capillari, si può riscontrare una perdita di siero e acqua, che va a gonfiare la zona con l’adipe e creare così un’edema cronico. Le borse però, in genere, non provocano un cambiamento cromatico della cute.

Tuttavia, alcune persone, sfortunatamente, sono afflitte da una problematica mista, ovvero le occhiaie scure associate alle borse. Ciò significa che, nella zona palpebrale inferiore, hanno capillari poco elastici che tendono a sviluppare le borse, ed anche molto fragili, che portano quindi allo sviluppo delle occhiaie scure.

Altro

Ecco altri rimedi naturali per curare il vostro corpo da piccoli malesseri:

Outbrain
Share
Published by
Elle

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.