Notizie

Rinnovabili: Premier promette marcia indietro sui tagli agli incentivi

Mentre in America Obama stanzia due miliardi di dollari sul fotovoltaico, il Governo Italiano sembrava insistere nel volere portare avanti l’articolo 45 della manovra finanziaria, che ruba le (nostre) risorse destinate agli investimenti sulle fonti rinnovabili.

Rinnovabili: Premier promette marcia indietro sui tagli agli incentivi

E’ stato infatti reinserito nel testo della finanziaria dal senatore PdL Antonio Azzollini, relatore della finanziaria, lo scellerato articolo 45, che prevede l’abolizione dell’obbligo di riacquisto da parte del Gse (Gestore servizi energetici) dei certificati verdi in eccesso sul mercato: una misura, come rilevato più volte dagli operatori e dalle associazioni di settore, che porterebbe al collasso l’emergente mercato dell’energia da fonti rinnovabili.

Un provvedimento ingiusto, non solo perchè va nella direzione sbagliata, quella di tagliare gli incentivi al settore delle energie rinnovabili e mette in discussione il raggiungimento degli obiettivi in termini di energie rinnovabili assunti ufficialmente dal nostro paese di fronte all’Europa, ma anche perchè tratta i nostri soldi alla stregua di una tassa allocabile a piacere. E così non è: si tratta di soldi che versiamo con la nostra bolletta elettrica per finanziare lo sviluppo delle energie rinnovabili in Italia, non una tassa destinabile a piacere.

All’interno dello stesso PdL e di Confindustria si è verificata una levata di scudi per difendere il meccanismo dell’obbligo di riacquisto da parte del Gse dei certificati verdi: speriamo che l’unanime grido di dolore sollevato da opposizione e vasti settori della maggioranza sia sufficiente per correggere il tiro. Altrimenti, il futuro delle rinnovabili nel nostro paese sarà più a rischio che mai.

Le ultime notizie riportano una “promessa” fatta dal Premier a Confindustria, di accogliere i rilievi fatti sul famigerato articolo 45 oltre che su altre questioni in tema fiscalità, fermo restando il principio dell’invarianza dei saldi. Stiamo a vedere, perchè la partita in gioco è davvero importante.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button