Roma, lanciato il car sharing condominiale!

di Elle del 17 marzo 2012

L’eccessivo numero di veicoli presenti sulle strade, si sa, è una tra le fonti primarie dello smog cittadino oltre ad essere all’origine di traffico e stress per i viaggiatori urbani ed extra-urbani.
Soprattutto nei viaggi quotidiani, inoltre, l’automobile viene sovente utilizzata da una sola persona determinando un aumento considerevole della percentuale di veicoli su strada pronti ad intasare le vie cittadine.

Perché allora non provare ad organizzarsi con il car-sharing?

È quello che hanno pensato e realizzato alcuni condomini di una delle città più trafficate d’Italia: gli abitanti di via Casal Bertone 66 a Roma.

Questo ‘esperimento’, già noto in altre nazione come Giappone e Germania, è stato ideato dalla società costruttrice del condominio romano in collaborazione con l’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità di Roma Capitale.

Le ‘cars’ attualmente a disposizione dei condomini su prenotazione sono solo due ma, rispetto ad altri servizi simili attivi nella città, questa car sharing condominiale offre l’indubbio vantaggio di non dover stabilire ogni volta un punto di partenza per la condivisione del veicolo.

La lodevole iniziativa potrebbe aver un seguito rendendo l’intero quartiere di Casal Bertone eco-sostenibile sia sotto il profilo della mobilità che con la realizzazione di orti e giardini.

Vedi anche:

 

Outbrain

{ 2 comments… read them below or add one }

marco aprile 26, 2012 alle 8:26 pm

mah…non so a quanto serva…perche cmq sia, anche se Tutti i comuni italiani prendessero questa via, cmq ci sarebbero macchine che girano per le strade…e non poche, visto che i comuni italiani sono tanti….E poi con gli orari come si fa? Mica tutti abbiamo gli stessi orari…Non sarebbe meglio che i nostri politici mafiosi tirassero fuori i progetti delle macchine ad idrogeno…ad acqua che esistono da anni, invece di continuare a lamentarsi dell’inquinamento e a continuare ad usare il petrolio????? Perche non lo fanno??? eh, questo me lo sai spiegare??? perche ci sono troppi interessi intorno alla vendita del petrolio….e intanto il nostro pianeta sta degradando e noi ci stiamo ammalando sempre di piu ,per colpa dell’inquinamento!!!! e quello che piu mi fa schifo e che nessuno dei politici del mondo sta facendo qualcosa….

Rispondi

giuseppe marzo 17, 2012 alle 11:03 am

Ma che scrivete? Elle, ma da dove prendi le tue informazioni? O è solo una velina? Ti ricordo che le fonti vanno verificate, se non lo fai dici solo sciocchezze e vieni meno alla deontologia professionale. Vieni a casalbertone e guarda con i tuoi occhi, davvero sei convinto che altre 2 macchine, pure se in car sharing, siano la cosa giusta per questo quartiere disgraziato?

Rispondi

Leave a Comment