Viaggi e vacanze

Romagna, quando il parco è terapeutico

Avevamo già parlato in un precedente articolo di quali fossero le caratteristiche dell’approccio ecopsicologico, ma ora vogliamo proporvi una serie di interessanti iniziative che la regione Romagna sta proponendo nell’area Parchi.

Romagna, quando il parco è terapeutico

Nel 2009, i responsabili del Parco Nazionale modenese in coordinamento con la Scuola di Ecopsicologia di Osnago (Lecco), hanno messo a punto un progetto di aggiornamento professionale rivolto alle guide dei Parchi. L’obiettivo è quello di avvicinare gli operatori al mondo dell’ecopsicologia, in modo da poter realizzare percorsi innovativi da proporre a scuole e famiglie.

Le aree coinvolte sono il Parco dei Sassi di Roccamalatina, il Parco del Frignano e la Riserva Naturale di Sassoguidano. Il programma è stato curato nei minimi dettagli, cercando di soddisfare le esigenze di grandi e piccini, esperti e novizi, puntando a rilanciare un turismo di tipo eco-consapevole.

Gli incontri sono a carattere esperenziale, per cui è possibile acquisire nuove tecniche da poter svolgere in seguito in piena autonomia, alcune delle quali anche in gruppo. Per citarne alcuni: seminari di LAND ART, una forma di meditazione camminata in mezzo alla natura, incontri di educazione ambientale per i più piccoli, bodypainting, massaggi e pratiche acquatiche.

Per una panoramica delle varie attività potrà essere utile visionare il seguente link della Scuola di Ecopsicologia:

Articoli correlati:

Alessia

Nata in Abruzzo nel 1982, si trasferisce a Roma per conseguire una laurea e un master in psicologia, ma dopo una decina d'anni rientra nel suo piccolo paese ai piedi della Majella, fuggendo dalla vita metropolitana. Attualmente coniuga l'attività di psicologa libero professionista con la passione per la scrittura, un hobby coltivato sin dalle scuole superiori. Collabora con la redazione di Tuttogreen dal 2011, cura un blog personale di taglio psicologico e scrive articoli per un mensile locale. Nel tempo libero ama passeggiare nei boschi e visitare i piccoli borghi, riscoprendo le antiche tradizioni d'un tempo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close