Categories: Viaggi e vacanze

Sacco a pelo estivo e invernale: la guida pratica per sceglierlo al meglio

Tutti i parametri da considerare e la selezione dei migliori modelli in vendita

Speciale sacco a pelo estivo e invernale: come sceglierlo al meglio. Dopo la tenda, il sacco a pelo è uno degli accessori fondamentali del campeggio. Ma non solo, costituisce l’immancabile compagno di viaggio anche per viaggi più particolari; ad esempio “cammini” o lunghe tratte a piedi o in bicicletta durante i quali si fa tappa la notte in ostelli e rifugi.

Dormire bene è fondamentale, lo si sa. Quando si è in vacanza o durante un viaggio particolarmente avventuroso ed impegnativo, lo è ancora di più. Ecco perché è fondamentale scegliere con grande attenzione il sacco a pelo. Deve garantirci il massimo del comfort e deve soddisfare tutte le nostre esigenze. In fase di acquisto è meglio spendere qualcosina in più ma avere la garanzia di una eccellente qualità.

Questo ragionamento vale, a maggior ragione, se non si utilizzerà il sacco a pelo soltanto qualche giorno in estate, ma se si ha la possibilità di sfruttarlo anche in altre stagioni e in altri contesti.

Vediamo quindi quali sono i fattori da considerare per fare un buon acquisto.

Sacco a pelo estivo e invernale: la guida alla scelta

Oggigiorno in commercio sono disponibili tantissimi sacchi a pelo: per tutte le stagioni, di ogni forma e di diverso grado di isolamento. Giusto per citare solo alcune delle caratteristiche. Ma come scegliere quello più giusto per noi?

Qui di seguito analizzeremo passo per passo i vari parametri da prendere in considerazione.

Sacco a pelo estivo e invernale, la forma

Fondamentalmente ci sono due forme distinte:

  • a mummia
  • rettangolare

Sacco a pelo mummia

Come il nome stesso suggerisce, il sacco a pelo a mummia è più avvolgente. Più stretto ai piedi, raggiunge la sua larghezza massima all’altezza delle spalle. Al suo interno lo spazio è molto limitato. E’ l’ideale per le situazioni con clima molto rigido in cui il corpo va mantenuto bene al caldo. In genere questo tipo di sacco a pelo è dotato anche di cappuccio per tenere al caldo anche la testa.

Lo svantaggio del sacco a pelo a mummia è che i soggetti claustrofobici possono trovarsi un po’ a disagio.

Sacco a pelo rettangolare

Più ampio e più largo, il sacco a pelo rettangolare è una sorta di lenzuolo. Pensato per i contesti comodi e in cui fa più caldo. Nelle notti particolarmente calde può essere decompresso e usato semplicemente come una coperta.

Sacco a pelo estivo e invernale, le dimensioni

Il sacco a pelo deve essere adatto all’altezza di chi lo utilizzerà. Ma non troppo!

Una volta sdraiati, si deve comunque avere la comodità di allungarsi e di muoversi senza sentire tirare il sacco a pelo.

Tutto va poi calcolato in base alla stagionalità e /o alla meta. In estate, un sacco a pelo troppo stretto fa sudare; in inverno, invece, è meglio prediligere un modello in cui non si crei troppo spazio tra il nostro corpo e il tessuto.
In genere, le migliori marche di sacco a pelo mettono a disposizione 3 taglie. Ecco le misure indicative:

  • un sacco a pelo corto non supera i 170 cm di lunghezza
  • un sacco a pelo medio o regolare non supera i 185 cm
  • un sacco a pelo lungo arriva a 210-220 cm

Sacco a pelo estivo e invernale, il calore

Per legge, la maggior parte dei sacchi a pelo prodotti o commercializzati in Europa deve riportare in etichetta le temperature testate secondo la norma EN 13537.

Secondo tale norma, le temperature di riferimento sono quattro:

  • T max, Temperatura massima: la temperatura massima a cui si può dormire dentro il sacco aperto
  • T conf, Temperatura comfort: la temperatura a cui una donna vestita leggera riesce a dormire in maniera confortevole e in posizione rilassata per 8 ore
  • T lim, Temperatura limite comfort: si tratta del corrispettivo del modello T conf per testato però su soggetti di sesso maschile. In genere si parla di 5 gradi in meno rispetto al T-conf
  • T ext, Temperatura estrema: temperatura limite a cui il sacco a pelo può proteggere una donna per 6 ore dalla morte per ipotermia

Ovviamente si tratta di dati puramente indicativi. Come ogni test, anche quello utilizzato in questa normativa è stato effettuato dalle aziende utilizzando un manichino tarato sulle temperature standard di un uomo o di una donna in ottima salute e in giovane età. Ognuno poi deve conoscere le proprie caratteristiche personali di resistenza al freddo e le proprie eventuali patologie. Sulla base dei propri parametri soggettivi, ognuno deve poi quindi regolarsi di conseguenza nella scelta.

Sacco a pelo estivo e invernale, i materiali

Le principali imbottire dei sacchi a pelo sono:

  • piuma o piumino d’oca
  • materiale sintetico

Vediamo i pro e i contro di entrambi i materiali.

Sacco a pelo con imbottitura in piuma

Da sempre apprezzata per la sua capacità di isolamento termico, la piuma è molto apprezzata anche per la sua leggerezza e comprimibilità. E’ l’ideale quindi per le escursioni di trekking di più giorni in montagna. Tra l’altro, la piuma si scalda molto rapidamente.

Ci sono però dei “contro”. Tra gli inconvenienti di cui è bene tener conto citiamo la tendenza della piuma ad assorbire l’umidità, il fatto che asciuga molto lentamente e il fatto che, una volta bagnata, perde gran parte delle sue capacità isolanti.

Ricordiamo che piuma e piumino non sono la stessa cosa!

La piuma vera è meno pregiata e meno performante; il piumino invece ha valori termici maggiori e maggiore comprimibilità.

Nei sacchi a pelo si trovano di solito imbottiture miste, con diverse percentuali di piuma e piumino. Ad esempio, la dicitura piuma 90/10 significa che l’imbottitura è costituita per il 90% da piumino e dal 10% di piuma.

Sacco a pelo in fibre sintetiche

Le migliori fibre sintetiche sono quelle cave ultrasottili che consentono un perfetto isolamento dall’esterno anche in condizioni di bagnato. Resistono bene infatti all‘umidità.

L’aspetto negativo di queste imbottiture è il peso leggermente superiore rispetto a quelle in piuma e/o piumino, da cui deriva una minor capacità di compressione.

Inoltre, i sacchi a pelo realizzati con materiali sintetici impiegano più tempo a riscaldare.

Per tutte queste caratteristiche, i sacchi a pelo in tessuto sintetico sono perfetti per per l’uso in campeggio e per le escursioni primaverili/estive in territori ruvidi e per le avventure on-the-road.

Tirando le somme, com’è facilmente intuibile, non è possibile stabilire al 100% quale tipologia di sacco a pelo sia migliore dell’altra.
Un buon compromesso potrebbe essere quello di scegliere un sacco a pelo con imbottitura misto piumino d’oca/materiale sintetico.

Sacco a pelo estivo e invernale, il fattore impermeabilità

Invernale o estivo che sia, un buon sacco a pelo deve essere impermeabile. Pur dormendo in tenda e non “sotto le stelle”, gli imprevisti possono sempre capitare. La tenda potrebbe ad esempio non reggere ad un forte temporale, l’acqua potrebbe infiltrarsi dal pavimento o, più semplicemente, la tipica condensa che si forma nella tenda potrebbe inumidire il sacco a pelo.

Un sacco a pelo bagnato o umido è un grosso problema, soprattutto se ci si trova in zone fredde o se capita la giornata nuvolosa e non c’è un bel sole che lo possa asciugare. Inoltre, ricordiamo che un sacco a pelo che tende ad inumidirsi si rovina prima, assorbe gli odori e può favorire la formazione di muffe.

Sacco a pelo estivo e invernale, la compattezza

La comprimibilità di un sacco a pelo, da cui conseguono il suo ingombro e la facilità di trasporto, dipendono principalmente dal materiale della sua imbottitura.

Questo aspetto è abbastanza irrilevante per chi va in campeggio. Diventa invece un fattore essenziale quando si fanno escursioni a piedi, magari di più giorni, e si ha poco spazio nello zaino. Idealmente, dovremmo riuscire a far stare il sacco a pelo nella tasca inferiore dello zaino da trekking.

Sacco a pelo estivo e invernale, la manutenzione

Quasi tutti i sacchi a pelo si possono lavare in lavatrice. Basta seguire attentamente le indicazioni riportate in etichetta.

In generale, è meglio lavarlo da solo, senza altri indumenti, e con la cerniera aperta fino quasi a metà.

Si consiglia infine di conservare il sacco a pelo appeso in verticale, esattamente come si fa con i cappotti. Ripiegarlo nella sua sacca solo prima di partire.

Ad ognuno, il suo sacco a pelo!

Sacco a pelo estivo e invernale, la nostra selezione

Passiamo ora alla pratica e vediamo i migliori prodotti in vendita.

Active Era, sacco a pelo mummia

Sacco a pelo a mummia con un’imbottitura ultra-calda 300GSM che lo rende perfetto per 3-4 stagioni. L’ideale per i principianti che vogliono iniziare a prendere confidenza con l’attrezzatura da montagna. Sintetico, impermeabile – e quindi ottimo anche in condizioni di grande umidità – pesa appena 1,5 kg. Si può usare anche in condizioni estreme, con temperature fino a -10°C. Possiede inoltre un doppio strato per aumentare la protezione dal freddo.
Questo sacco a pelo dispone di utilissime caratteristiche che lo distinguono da tanti altri modelli: è dotato di una tasca interna dove riporre oggetti di valore, mentre il collarino antivento con fascia sovrapposta integrata permette di rimanere al caldo e ripararsi dal vento.
La sacca di compressione già in dotazione ne rende facile il trasporto.

Active Era di forma rettangolare

Ultraleggero e facile da portare, questo sacco a pelo ha un riempimento in fibra cava 200GSM che lo rende perfetto per l’utilizzo estivo. L’intervallo di temperatura di comfort garantito è compreso tra compreso tra 10°C e 15°C, e un utilizzo estremo fino a -3°C.
Progettato con un guscio esterno resistente e una borsa da trasporto impermeabile, è perfetto durante le escursioni, il campeggio o in viaggio durante i mesi estivi ma anche per dormire a casa di amici.
Dal design ergonomico, si adatta a tutte le forme e dimensioni. Inoltre, una volta completamente aperto del tutto, il sacco a pelo può anche essere usato come trapunta (dimensioni 190 x 75 cm). Lavabile in lavatrice.

Ferrino, Nightec, 600 Lite Pro

Sacco a pelo invernale ideale per trekking ed escursionismo anche a temperature rigide (fino a -12°C). In materiale sintetico (90% nylon 310T 40D Diamond Ripstop e 10% Polyester 190T).

Il tessuto interno è 100% Polyester 190T. Questo modello di Ferrino, marchio leader nel settore del campeggio e dell’escursionismo, è dotato di tutti gli accessori utili per mantenere comfort e temperatura costante: doppia cucitura con imbottitura, cappuccio regolabile, termocollare imbottito e una struttura di rivestimento e cuciture interne pensata appositamente per evitare la dispersione del calore.
In dotazione, sacca di compressione inclusa.

Prezzo: 99,90 €
Prezzi aggiornati il 20-10-2021 alle 5:43 AM.

VAUDE Unisex

Sacco a pelo a “taglio mummia aderente”, in piuma, proposto da un’altra grande marca specializzata nell’outdoor. Questo modello è un ottimo prodotto ultraleggero e tristagionale (ideale per il periodo compreso tra primavera e autunno). Molto caldo, è dotato di tutti gli accessori utili al mantenimento del calore: scaldacollo, cappuccio e lunghe cerniere fino alla zona dei piedi.

Questo prodotto si avvale inoltre della certificazione ecologica “Green Shape Label” che garantisce materiali e linea di produzione ecosostenibili.

Marmot Hydrogen

Leggero sacco a pelo a mummia con imbottitura in piuma d’oca premium 800+. Fornisce abbastanza calore anche a temperature sotto zero.
Tristagionale, questo sacco a pelo presenta una vestibilità anatomicamente ottimizzata nella zona della testa e del piede per garantire un migliore isolamento e un maggiore comfort durante il sonno.
Il materiale esterno Pertex Microlight 20D Ripstop è traspirante, antivento e trattato con DWR contro l’umidità; tiraggio del collare e cappuccio, intervallo di temperatura da 0°C a -21,9°C.
Comodo per i soggetti alti (lunghezza 198 cm). Ideale per backpacking e trekking. Il kit comprende borsa di compressione e custodia.

Prezzo: 262,72 €
Prezzi aggiornati il 20-10-2021 alle 5:43 AM.

TOMSHOO

Sacco a pelo matrimoniale (220 x 152 cm) divisibile in due sacchi a pelo semplici. Molto confortevole, riesce a riscaldarvi bene anche a una temperatura di -5 °C. La temperatura limite è di min. -10 °C e di max. 10 °C.
Presenta un design unico con le doppie cerniere, molto pratiche da far scorrere su entrambi i lati. Leggero e abbastanza compatto, è facile da trasportare e si riesce a riporre in borsa.
Sono compresi due cuscini per rilassare la testa e il collo.

VACNITE, sacco lenzuolo

Sacco lenzuolo ultraleggero realizzato in microfibra di poliestere 100%. Traspirante e non tossico, può essere collocato in un sacco a pelo invernale o utilizzato come sacco a pelo estivo.
Le comode dimensioni (220 x 90 cm) lo rendono compatto e facile da trasportare; dopo la misura solo 11 x 7 cm e pesa appena 205 g.
Facile da pulire. Essendo leggero e sottile, asciuga rapidamente.

Approfondimenti utili

Agli amanti del campeggio interesseranno sicuramente questi post:

In tema trekking, ecco anche altre utilissime letture:

Outbrain
Share
Published by
Federica Ermete

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.