Categories: Notizie

Sane decisioni: niente bibite e merendine nelle scuole emiliane

Niente più merendine e bibite gasate poco salutari e ipercaloriche nei distributori delle scuole dell’Emilia-Romagna. A sancire il netto ‘stop’ al cosiddetto ‘junk food’ è stata la Regione che qualche settimana fa ha varato le nuove linee guida dell’ alimentazione presso gli istituti scolastici del territorio.

Le direttive in vigore dal prossimo anno scolastico sono state accompagnate da una vera e propria lista corredata da una simbologia a semafori rossi/verdi che aiuterà a individuare le bevande e i cibi consentiti e sconsigliati.

Nella fattispecie, la regione ha acceso semaforo verde per i seguenti alimenti:

  • prodotti a contenuto energetico inferiore/uguale alle 150 kcal per porzione;
  • Alimenti privi di glutine e per diabetici
  • Frutta e verdura
  • Alimenti contenenti cereali integrali in percentuale superiore al 50%
  • Acqua e succhi di frutta 100% senza zucchero
  • Cibi a ridotto contenuto di sodioprodotti freschi e locali, DOP (denominazione di origine protetta) e IGP (indicazione geografica protetta), biologici, da produzione integrata ed equo solidali, a km 0.

Semaforo Rosso, invece, per questi prodotti:

  • cibi contenenti grassi transgenici
  • alimenti con un apporto di lipidi superiore a 9g per porzione
  • preparazioni contenenti oli vegetali (palma e cocco)
  • prodotti ricchi di zuccheri semplici o dolcificanti
  • cibi con nitriti e/o nitrati come additivi bevande ad alto contenuto di teina, caffeina, taurina e similari

Un’iniziativa accompagnata da una quantità di consigli e suggerimenti su come orientare in modo sano e responsabile le scelte alimentari dei più giovani, educandoli ad un tipo di alimentazione più equilibrata e genuina.

Un buon esempio che ci auguriamo possa essere seguito e replicato in molte altre regioni italiane.

Leggi anche:

Outbrain

View Comments

Share
Published by
Erika Facciolla

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.