Eventi

SOLAR EXPO 2012: le foto e il bilancio dell’edizione di quest’anno

Per tre giorni, dal 9 all’11 Maggio, Verona è diventata il punto d’incontro internazionale tra i principali attori del settore delle energie rinnovabili grazie a SOLAREXPO: si tratta dell’ultima edizione “veronese”, dato che nel 2o13 SOLAREXPO inaugurerà la sua prima edizione alla Fiera di Milano.

SOLAR EXPO 2012: le foto e il bilancio dell’edizione di quest’anno

SPECIALE: vedi le foto realizzate in occasione di SOLAREXPO 2012 a Verona

Giunta alla 13ima edizione, SOLAREXPO si è confermata tra i più importanti appuntamenti del campo, non solo dal punto di vista commerciale ma, anche e soprattutto, della circolazione d’idee. Un evento che quest’anno ha avuto un ruolo istituzionale, raccogliendo e dando voce alle diffuse preoccupazioni per la situazione italiana all’alba del discusso Quinto Conto Energia.
Perplessità che hanno trovato perfetta risonanza nell’evento nazionale di apertura al ciclo di convegni organizzati nella tre giorni, denominato “Stati Generali delle Energie rinnovabili e dell’efficienza energetica in Italia”. Durante l’incontro, presenziato dal Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, si è dato spazio alle richieste presentate dalle aziende italiane, circa le modifiche da apportare al decreto al fine di non affossare le rinnovabili e l’efficienza energetica.

A livello di pubblico SOLAREXPO ha comunque registrato, seppure con una leggere flessione, un ottimo risultato: 52.500 visitatori professionali e la presenza di ben 1.230 espositori, un 15% circa in meno rispetto ai 1400 del 2011, dislocati negli 11 padiglioni allestiti nei 120mila metri quadri di superficie espositiva.
Risultati in controtendenza rispetto alla media europea, dove “le Salon des Energies Renouvelables”, in aprile a Parigi, “Genera”, a maggio a Madrid, molti stand sono rimasti vuoti a causa del difficile momento economico.

La posizione di punto di riferimento per le rinnovabili occupata da SOLAREXPO ha trovato espressione negli eventi collaterali che da tempo accompagnano la manifestazione. Approfondimenti che consentono al visitatore una visione a 360° sull’argomento.
SOLARCH – Building Solar Design & Technologies, giunto alla 3° edizione ha rappresentato il perfetto incontro tra design e innovazione in soluzioni di respiro internazionale capaci di conquistare l’attenzione di tutti gli interessati al fotovoltaico e al solare termico, come il coppo fotovoltaico o il pannello personalizzabile, che permette di sbizzarrirsi grazie all’applicazione di una  decalcomania.

L’interesse per la produzione di moduli fotovoltaici totalmente integrati anche dal punto di vista visivo e quindi rispettosi dei vincoli paesaggistici previsti per alcune tipologie di costruzioni, hanno portato i produttori a dotarsi di particolari soluzioni, come la tegola fotovoltaica proposta da Wegaplast o il modulo in color terracotta di Tegola Solare New Roof. E ancora la voglia di sfruttare l’energia solare ha portato in fiera idee originali come la tenda da sole fotovoltaica Aurora, che mentre protegge dal sole produce energia.

Altra zona di interesse è stata quella occupata da Greenbuilding, la mostra-convegno internazionale alla sua sesta edizione dedicata all’efficienza energetica e all’architettura sostenibile.
Nell’area POLYGEN, dedicata alle tecnologie della cogenerazione e rigenerazione, i visitatori hanno avuto la possibilità di approfondire tecnologie ad alta efficienza e basso impatto ambientale per la produzione elettrica, termica e la refrigerazione

Clicca sull'immagine per vederne altre

Negli spazi esterni poi si è lasciato spazio alle tecnologie più particolari come Mini Wind Power, Solar Parks Inverters, PV Sun-Trackers e CSP – Concentrating Solar Power.
Tra questi grande curiosità ha rilevato la pala minieolica in dimensione reale e la navicella dell’aerogeneratore mini-eolico all’avanguardia FX18 dell’Espe di Padova, progettato e realizzato dal Centro di ricerca e sviluppo interno di Espe in collaborazione con l’Universita’ di Padova, insieme alla turbina idraulica Pelton.

Da rilevare anche la presenza di shelter particolari, personalizzabili e ideali per impianti “zero pensieri”, come quelli in compensato marino presentati da SIDECO Systems, a brand of ALTER ECO. Interessanti anche le cabine “chiavi in mano” da 200 a 1000 kW, di Siemens, dall’elevato grado di efficienza in spazi molto ristretti come lo Shelter Sinvert PVM, in grado di ospitare in soli 10 mq di spazio tutto il necessario per piccoli e medi impianti con potenze da 160 a 280 kW.

Alla mobilità sostenibile, elettrica e ibrida, è stato dedicato uno spazio apposito E-Move, ampia panoramica sugli ultimi sviluppi conosciuti dal mercato dell’elettrico e dell’ibrido due e quattroruote. In esposizione dai veicoli elettrici a batteria alle bici e scooter elettrici alle colonnine per la ricarica dei veicoli. Un campo che interessa sempre di più i grandi dell’industria automobilistica come ha dimostrato la presenza di BMW EfficientDynamics e ActiveHybrid, la Tesla Roadster 2.5, l’unica vettura sportiva totalmente elettrica in commercio e Renault. Non a caso è stata diffusa la presenza di fornitori di car-park fotovoltaici, dalle semplici strutture a tettoia a quelle più complesse a padiglione, realizzate in legno o in metallo e capaci di ospitare impianti stand-alone o da connettere in rete.

Grande protagonista è stata SolarWorld Gt, l’auto da corsa omologata per due persone simbolo del “fotovoltaico del futuro” in pista per entrare nel Guinness dei primati. Concepita e sviluppata dalla cooperazione tra SolarWorld Ag, fornitore di tecnologia fotovoltaica e l’Università di Scienze applicate di Bochum, Germania, quest’auto, partita dalla Nuova Zelanda nell’ottobre del 2011, sta compiendo un simbolico giro nel mondo in cui Verona non poteva mancare.

Parlando di record, da menzionare quello che si appresta a raggiungere, a livello di installazione, MX Group e FIMER, che fornirà infatti 500 Stazioni di Energia da 2000 Kw ciascuna, con “One giga project”. Grazie all’accordo stretto con il Governo della Repubblica Serba verrà realizzato il parco fotovoltaico più grande al mondo della potenza di 1 GW. Da concludersi entro il 2015, permetterà di battere l’odierno record di 500 Mw segnato dalla California.

Molti anche i progetti di cooperazione internazionale per un fotovoltaico democratico e mondiale promossi a SOLAR EXPO. Tra questi ENERGY FOR MALAWI nato dalla collaborazione tra COOPI e 9REN per portare energia l’energia sostenibile in Malawi. La partnership, che prevede sostegni finanziari anche dall’Unione Europea e la partecipazione del Politecnico di Milano, illuminerà con energia rinnovabile le abitazioni del Distretto di Kasungu e contribuirà a rafforzare lo sviluppo  delle comunità rurali che utilizzeranno energia solare per l’irrigazione e il turismo locale.

Questa edizione di SOLAREXPO è stata poi arricchita dalla presenza di aziende internazionali, oltre  il 40% degli espositori proveniva da 40 paesi europei ed extraeuropei. Un’importanza sottolineata dalla presenza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (UNIDO), che ha seguito e sostenuto una delegazione di imprenditori dai paesi in via di sviluppo, e delle collettive della Vallonia, della Germania, degli Stati Uniti e della Grecia.

L’interesse per il solare e le rinnovabili ha permesso di creare nuovi progetti e cooperazioni tra diversi punti del pianeta, una promessa di cooperazione destinata a crescere nel tempo che porta l’argomento su un livello superiore di greenworldwide business.

Per questo nel 2013 SOLAREXPO si trasferirà a Milano, per godere della vetrina più in evidenza sul territorio italiano.

Vedi anche:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button