Stop al nucleare con benzina a 4 euro: succede in Svizzera!

di Chiara Greco del 15 Settembre 2012

Pagare la benzina 4 euro al litro pur di uscire dal nucleare? Succede in Svizzera, dove il governo ha infatti deciso di varare un piano che risponda al tema dell’approvvigionamento energetico in modo sostenibile.

Stop al nucleare con benzina a 4 euro: succede in Svizzera!

Berna infatti starebbe studiando una legge che prevede la chiusura delle centrali nucleari, per passare a fonti più pulite. E fino a qui non c’è nulla di strano.

Tuttavia, per disincentivare il consumo di elettricità, ad oggi ancora proveniente da fonti nucleari, e coprire i costi legati al passaggio a fonti rinnovabili, gli svizzeri sembrano voler procedere in modo drastico: innalzare i prezzi del carburante fino a 5 franchi il litro (4 euro) rispetto agli attuali 2 franchi!

E potrebbe diventare realtà già a partire dal 2034, ultima scadenza fissata per chiudere le 4 centrali nucleari presenti nel paese.  Il piano di Berna, a detta della Presidente della Confederazione Elvetica Eveline Widmer-Schlumpf, prevede, oltre all’innalzamento dei prezzi del carburante, anche l’incremento dei prezzi energetici per consumo domestico fino al 50%.

Il Governo spera così di voler abbassare, entro il 2050, le emissioni nocive di gas serra del 63% ed i consumi elettrici del 25%, favorendo l’utilizzo di energie alternative. per i detrattori, e sono molti, ci sarebbe solo una dichiarazione d’intenti che non porterà ad un reale cambiamento.

Noi ci auguriamo invece che la manovra elvetica – seppure draconiana – abbia davvero a cuore una migliore qualità ambientale e porti ad un effettivo miglioramento.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment