Notizie

Surriscaldamento globale, quest’inverno è stato il secondo più caldo e piovoso degli ultimi 2 secoli

L’inverno che ci stiamo lasciando alle spalle si colloca al secondo posto tra i più caldi degli ultimi due secoli, distinguendosi anche per l’eccezionale piovosità. A rilevarlo è l‘Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del CNR. Naturalmente le ricerche partono dal 1800, quando sono iniziati studi in tal senso. L’inverno più caldo di sempre è  ancora quello del 1990.

Surriscaldamento globale, quest’inverno è stato il secondo più caldo e piovoso degli ultimi 2 secoli

LEGGI ANCHE 130 anni di riscaldamento globale in un video di 30 secondi!

Mese particolarmente soggetto a questo fenomeno è stato febbraio, risultato ampiamente sopra la media stagionale, con un’anomalia superiore di 2,5 gradi. Mentre quello del 1990 presentò un’anomalia di +2,7.

Il dato fa seguito al trend di dicembre 2013 e gennaio 2014: rispettivamente +0,8 e +2,1 gradi rispetto alla media, risultando così il ventidueesimo dicembre e terzo gennaio più caldi dal 1800 ad oggi.

POTREBBE INTERESSARTI Surriscaldamento globale: le banane diventeranno l’alimento principale

Ma come dicevamo, quest’inverno è stato anche molto piovoso, con un 62% di precipitazioni in più rispetto alla media 1971-2000 facendolo rientrare così tra i primi 15 più piovosi della serie di due secoli in cui abbiamo dati rilevati.

Soprattutto al Nord le piogge sono state abbondanti (oltre il doppio dei millimetri di precipitazione che solitamente cadono in inverno), portando l’Italia del nord al record del terzo inverno più piovoso di sempre, dopo quelli del 1951 e del 1826.

Luca Scialò

Nato a Napoli nel 1981 e laureato in Sociologia con indirizzo Mass Media e Comunicazione, scrive per TuttoGreen da maggio 2011. Collabora anche per altri portali, come articolista, ghost writer e come copywriter. Ha pubblicato alcuni libri per case editrici online e, per non farsi mancare niente, ha anche un suo blog: Le voci di dentro. Oltre alla scrittura e al cinema, altre sue grandi passioni sono viaggiare, il buon cibo e l’Inter. Quest’ultima, per la città in cui vive, gli ha comportato non pochi problemi. Ma è una "croce" che porta con orgoglio e piacere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close