Categories: Vivere Bio

Toeletta compostante: un’idea ecologica che arriva da lontano

Aiuta a ridurre i consumi idrici e fornisce nutrimento ad orti e giardini

Conosciuta anche con il nome inglese di composting toilet, la toeletta compostante aiuta a ridurre i consumi idrici e può essere utile a chi possiede un orto o un giardino. Scopriamo perché.

Toeletta compostante: cos’è?

È una delle novità ecologiche degli ultimi anni ed è il water che funziona senza acqua, noto anche infelicemente come WC chimico.

Si tratta di un dispositivo portatile in grado di utilizzare l’aria anziché l’acqua per avviare la decomposizione organica delle feci.

Particolarmente utilizzato sulle roulotte, nelle aree di servizio pubbliche, nelle mini-case, e in luoghi del mondo dove sia difficile accedere alla rete idrica, questo WC permette di abbattere i consumi e di utilizzare, inoltre, le deiezioni come compost.

Water compostante come funziona

In commercio sono presenti diverse tipologie di toelette compostante. Quelle a unità singola, si occupano di raccogliere il materiale, e nello stesso luogo, di compostarlo, altre, le dry toilets, tengono divisi i liquidi dai solidi. Questo ultimo sistema può essere utilizzato da più water, e si affida all’energia solare.

Nel primo caso, sarà necessario allacciare il WC alla rete elettrica, per permettere l’utilizzo della ventilazione, utile all’attività di digestione aerobica. Generalmente, però, un bagno compostante necessita di essere svuotato e pulito.

WC compostante portatile

Il lato positivo di una compost toilet è la possibilità di aggiungere i sanitari a qualunque soluzione, abitativa e non, specie laddove non ci sia la possibilità di allacciarsi alla rete fognaria o idrica.

Una soluzione intelligente potrebbe essere inoltre quella di unire il WC compostante all’impianto a biogas, per utilizzare il metano prodotto per la cottura dei cibi e la generazione di acqua calda.

Questo particolarissimo sistema di riciclo del rifiuti aiuta infatti a ridurre il volume delle feci del 10-30%, semplicemente utilizzando l’umidità presente naturalmente nelle deiezioni e nell’ambiente.

I primi modelli nacquero a metà Ottocento; divennero poi famosi, nel Nord Europa, negli anni Sessanta e Settanta e oggi sono tornati di moda per consentire l’utilizzo delle proprie scorie come fertilizzante naturale.

Una soluzione praticabile se vivete in mezzo al verde

WC compostante per camper

Le altre scorie prodotte sono anidride carbonica e liquidi di scarto. Le feci, naturalmente decomposte dai microorganismi, si trasformano invece in terriccio simile alla torba, privo di odori, e possono essere così utilizzate come fertilizzante.

Stesso discorso per le urine, che vengono raccolte dalle toelette a secco. Queste, infatti, se opportunamente diluite, diventano concime per le piante, essendo composte per non più del 90% da azoto, fino al 70% dal potassio e per il 50% da fosforo.

Toeletta compostante fai da te

Nelle zone più calde e secche, la digestione aerobica, (cioè il lavoro dei batteri atti alla decomposizione delle scorie), è più facile e rapida. Nei climi umidi si ritiene invece necessaria la separazione tra deiezioni liquide e solide.

In questa fase, è opportuno tenere sotto controllo il livello di umidità, che deve aggirarsi intorno al 50%. Se aumenta, si sviluppano i cattivi odori, se diminuisce troppo, la decomposizione si arresta.

In caso vogliate affidarvi a un sistema autocostruito, la legge europea prevede che sia mantenuta una distanza di circa 10-30 metri dalle abitazioni circostanti, questo perché è necessario avere ottime conoscenze in materia per evitare i cattivi odori.

Toeletta compostante odore

Nei WC chimici destinati al consumo pubblico, sono a volte presenti anche sostanze chimiche e profumi che hanno l’obiettivo di bloccare l’emanazione dei cattivi odori.

A volte però queste sostanze non sono sufficienti oppure lo svuotamento delle “cassette” non avviene in tempi previ, ecco perché si generano i cattivi odori. Un’altro problema sono le elevate temperature estive.

Le toelette presenti in commercio garantiscono un ottimo equilibrio degli elementi (in particolare, l’ossigeno), sono pertanto in grado di tenere sotto controllo la temperatura, e sono costruite in modo da offrire la ventilazione necessaria ad evitare la generazione dei batteri anaerobici, che causano i cattivi odori.

Lo schema di funzionamento di una toeletta compostante

WC compostante come si pulisce

Tutte le composting toilet vanno pulite, estraendo il serbatoio che si trova al di sotto della “tazza”.

Per liberarlo delle acque reflue, sarà necessario svuotarlo almeno una volta ogni 3 gg, mentre in estate, si raccomanda maggior frequenza e pulizia.

Se viene usata solo per i propri bisogni, la presenza degli agenti chimici non è necessaria in quanto la loro azione disgregante non ha effetto determinante.

Ma attenzione: non svuotate la “cassetta” nella natura, finireste per danneggiare l’ecosistema. Recatevi presso un’area di servizio, cercate una toilette o un’area di smaltimento.

Toelette compostante prezzo

L’installazione di un water compostante non è più costosa, ma i costi sono più elevati se li paragoniamo al capitolato; si attestano infatti tra i 100-200 euro.

Niente che comunque non sia abbordabile, oggi infatti è possibile trovare una discreta quantità di modelli persino su Amazon.

Compost toilet normativa

Oltre ad abbattere i costi e ad essere, pertanto, un prodotto a basso impatto ambientale, queste toelette sono in grado anche di sostenere usi ripetuti nel tempo.

Per questa ragione, si sono guadagnate la certificazione ANSI/NSF-41, quindi è possibile installarle anche in Italia.

Articoli suggeriti

Vi potrebbero interessare anche:

Outbrain
Share
Published by
La Ica

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.