Traffico aereo: l’ENAV razionalizza le rotte, fa risparmiare carburante e riduce emissioni di CO2

di Erika del 18 Aprile 2012

Come sapete, noi non siamo grandi fan del trasporto aereo, esistendo alternative sicuramente più ecologiche, ma anche per questo è da encomiare il piano di ristrutturazione delle rotte aree deciso dall’ENAV per ridurre i consumi di carburante nei cieli italiani e ridimensionare i livelli di CO2 scaricati nell’atmosfera.

Traffico aereo: l’ENAV razionalizza le rotte, fa risparmiare carburante e riduce emissioni di CO2

Solo nel 2011, il nuovo piano voli ha fatto risparmiare 42.500 tonnellate di carburante alle compagnie aeree con un conseguente calo della quantità di anidride carbonica emessa pari a 134.000 tonnellate.

Il merito di questi risultati è da attribuirsi alla semplificazione delle rotte (più voli diretti) e dei movimenti a terra e alla liberalizzazione dei livelli di volo.

Il Flight Efficiency Plan (FEP) elaborato dalla società italiana di controllo del traffico aereo è nato nel 2008 con l’obiettivo di ottimizzare le rotte, le risorse economiche e alleggerire l’impatto ambientale prodotto dal traffico aereo. Nel triennio 2008/2011 l’intervento ha fatto risparmiare complessivamente 98.000 tonnellate di carburante (pari a 60 milioni di euro) e fatto percorrere 18.000 chilometri in meno per una riduzione di Co2 pari a 310.000 tonnellate. Un modello virtuoso che dovrebbe e potrebbe trovare numerosi proseliti.

Articoli correlati:

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment