Categories: Piante e fiori

Alla scoperta dell’ucuuba, una pianta dal Sudamerica dalle proprietà particolari

In Brasile viene chiamato albero del burro

Ucuuba è il nome assegnato dal popolo indigeno dell’Amazzonia, nella lingua tupi, ad un albero che cresce spontaneo in quelle regioni, e il nome significa ‘albero del burro’. Questo albero cresce solo in zone paludose vicino ai corsi d’acqua e i suoi frutti contengono dei semi ricchi di trimiristina, una molecola che stimola in maniera naturale la produzione di collagene ed elastina. Dai semi si ottiene un burro utilizzato nella produzione di prodotti per la pelle e i capelli, un rimedio naturale contro l’invecchiamento cutaneo. Il burro di ucuuba è un burro solido che non unge che offre anche un gradevole profumo cipriato e floreale. Poco diffuso in Europa, allo stato puro, questo burro trova largo impiego nella preparazione di prodotti naturali per idratare pelle del viso e del corpo, ma anche prodotti per i capelli.

Scopriamo meglio questa pianta tropicale.

Ucuuba: cosa è

L’Ucuuba è il frutto dell’Ucuubeira, nome botanico Virola sebifera Aubl, un albero che cresce nelle zone umide, sulle rive e nei ruscelli delle regioni adiacenti al Rio delle Amazzoni, in particolare nelle foreste di Várzea e Igapós.

Nella lingua del posto, il Tupi, ucuuba vuol dire albero del burro, deriva dalle parole uku – grasso e uba – albero. In una sola parola, dunque, si descrive perfettamente il ruolo di questo frutto dai preziosi semi ricchi di grassi. I frutti quando maturano cadono dall’albero e aprendosi portano alla luce dei semi arancioni-rossi che formano un tappeto rosso intorno all’albero e si lasciano trasportare dalle acque delle foreste pluviali.

Gli indigeni raccoglievano fina dall’antichità questi semi da cui ricavavano un siero utilizzato nella medicina popolare utilizzato per guarire le ferite.

Oggi vengono raccolti per estrarre il burro, date le sue proprietà emollienti e idratanti che riparano la pelle secca e matura. Il burro si usa per preparare creme, lozioni, profumi e candele vegetali.

E’ importante sapere che l’albero di ucuhuba è stato per molto tempo a rischio di estinzione a causa dell’utilizzo del suo legname.

Ucuuba: il legname

In particolare l’albero di ucuuba diventò di interesse comune introno agli anni ’60, quando per la prima volta se ne scoprì il valore come legname.

Il legno che si ricava da questi alberi infatti è di ottima qualità ed è leggero, utilizzato nell’industria del compensato, delle matite e dell’oggettistica in generale. La richiesta sempre maggiore di compensato di legno ha portato la decimazione delle foreste di ucuuba. il legno è divenuto negli anni ’80 il più esportato dell’Amazzonia.

Come spesso accade lo sfruttamento è stato massivo e nel 1992 l’albero dell’Ucuubeira è entrato nell’elenco IBAMA – Istituto Brasiliano dell’Ambiente e delle Risorse Naturali Rinnovabili – delle specie in via di estinzione.

Oggi la politica di conservazione delle specie amazzoniche sta lavorando per salvaguardarne la specie e permette solo un consumo consapevole del legno e anche dei semi.

Il legno di questa pianta è leggero, elastico e resistente: per questo viene usato in modo estensivo per complementi di arredo, parquet ed oggettistica.

Ucuuba: le proprietà del burro

La pianta di ucuba è utilizzata dalle popolazioni indigene del posto come antinfiammatorio naturale. Viene applicato il siero che si ricava dai suoi semi sia su ferite, massaggiato per ridurre i reumatismi o le coliche, ma anche come balsamo di bellezza per viso e capelli.

Il grasso ricavato dai semi di ucuuba è ricco di

  • acido laurico e acido palmitico, che determinano uno sviluppo cellulare sano, donano elasticità e tono alla pelle
  • vitamina C, che aiuta a ridurre i danni causati dai radicali liberi e dall’inquinamento e offre una potente azione antietà,
  • vitamina A o retinolo. Il retinolo è comunemente usato nei prodotti per la cura della pelle di alta gamma per trattare l’acne, le linee sottili e altri segni dell’invecchiamento.
  • acido linoleico che lo rende ottimo per lenire infiammazioni, dermatiti ed eczema
  • acido miristico e trimiristine aromatiche che rendono il burro perfetto per idratare in profondità pelle screpolata e talloni, gomiti e mani, favorendo la produzione di collagene ed elastina.

Come si utilizza il burro

Il Burro di Ucuuba si utilizza per la produzione di pomate, lozioni, creme per il corpo e lozioni per la cura dei capelli, saponi, candele vegetali e profumi per l’ambiente.

Ottimo ingrediente naturale per la elevata capacità idratante e anche per il profumo gradevole.

I frutti di questa pianta sono ricchi di trimiristina, una sostanza che stimola in maniera naturale la produzione di collagene ed elastina.

Dove si compra

l burro di Ucuuba si ottiene per un procedimento di estrazione a freddo dai semi dell’albero che cresce nelle aree intorno al Rio delle Amazzoni, in zone molto umide. Si presenta come un burro marrone e solido dall’odore dolce simile alle nocciole. Viene preparato ancora artigianalmente.

Attenzione: procedere al suo acquisto solo se l’Inci riportato dichiara: 100% Virola Sebifera Nut Oil e accertarsi che sia di provenienza equo solidale, che arrivi da piantagioni di coltivatori etici perché l’albero è protetto come specie a rischio di estinzione.

Sul mercato si trovano spesso prodotti che usano il grasso di ucuuba tra gli ingredienti: è il caso di lozioni per capelli, balsami, creme, cere…

Ucuuba per la bellezza dei capelli

Il grasso che si estrae dalla ucuuba è un toccasana per i capelli e il cuoio capelluto grazie alla doppia azione

  • emolliente
  • antinfiammatoria

che lo rende un rimedio naturale nei casi di

  • capelli secchi e sfibrati, applicare il burro su capelli e doppie punte rende la chioma più sana ed evita la rottura dei capelli fragili
  • cuoio capelluto arrossato e pruriginoso dove diventa necessaria l’azione antinfiammatoria e antisettica
  • capelli indisciplinati e crespi se utilizzata come cera o lacca
  • capelli sciupati come trattamento antiossidante, protegge a fondo i capelli dalle aggressioni esterne quali il sole, il vento, l’inquinamento, il mare e la piscina

Ucuuba nella medicina popolare

L’estratto naturale dei semi di ucuuba da sempre viene utilizzato come trattamento di piccoli disturbi nella medicina popolare

Il burro si può spalmare con un massaggio per combattere

  • reumatismi
  • artrite
  • crampi
  • emorroidi
  • acne e infiammazioni batteriche della pelle.
Un primo piano dei frutti e della pianta.

Cera spalmabile all’ucuuba fai da te

Vi consigliamo di preparare una maschera super nutriente da poter usare sia sul corpo sia sui capelli, a base burro di ucuuba, burro di karitè e olio di jojoba.

Il risultato è una sorta di cera spalmabile super idratante, che riduce i segni dell’invecchiamento e calma irritazioni e rossori, da utilizzare come emolliente naturale.

Ingredienti

  • 90 grammi di grasso 100% biologico di ucuuba
  • 45 grammi di burro di karitè biologico
  • 45 grammi di olio di jojoba biologico

Preparazione. In una ciotola di metallo mettere il burro di karitè e l’ucuuba e sciogliere a bagnomaria. Quando è sciolto aggiungere l’olio di jojoba e mescolare bene.
Versare il composto in un vaso e conservare nel congelatore per 100 minuti circa.
L’impasto sarà ancora morbido: frullare con la frusta elettrica a bassa velocità.
Quando assomiglia a una spuma è pronta. Conservarla in vasetti di vetro ermetici e scuri.

Outbrain

Share
Published by
ScriBio

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.