Arriva un’auto elettrica da 600 km d’autonomia?

di Claudia Raganà del 28 Agosto 2012

La sfida tecnologica dell’auto elettrica lascia ampio spazio all’innovazione, non solo da parte delle grandi case automobilistiche, ma anche per piccoli produttori dai grandi progetti innovativi.

Arriva un’auto elettrica da 600 km d’autonomia?

Arriva dalla Danimarca un interessante proposta di city car, che combina dimensioni a misura di centro urbano con un nuovo concetto di extended range, o percorrenza estesa, tale da raggiungere una formidabile autonomia di circa 600km per ricarica.

La giovane casa produttrice, ECOmove, propone QBEAK, un mezzo dalle dimensioni molto contenute (circa 3 metri), con un pacco batterie (composto da 6 moduli) in grado di garantire un’autonomia di base fino a 300km, per una velocità massima di 120km/h. Un obiettivo veramente di tutto rispetto, se paragonato alle prestazioni delle auto elettriche attualmente sul mercato.

La flessibilità del telaio consente, inoltre, una buona varietà di versioni della QBEAK, sia per il numero di posti (da un minimo di 3 ad un massimo di 6), sia per la tipologia (dalla city car alla roadster); tale flessibilità sarebbe anche la chiave per spingere l’autonomia di percorrenza fino a 500km, grazie all’utilizzo di materiali e componenti atti ad alleggerire il peso del telaio, pur mantenendone consistenza e stabilità.

Gli ingegneri della casa danese, per allungare l’autonomia fino ai 600km, stanno progettando un motore ausiliario a celle combustibili, alimentato tramite bio-etanolo. Il progetto, in codice MECC (Modular Energy Carrier Concept), ha già dato i primi positivi risultati circa l’affidabilità in condizioni di temperatura particolarmente estreme, rendendo questa soluzione sempre più vicina.

Probabilmente l’ausilio di un motore a combustione sposterebbe QBEAK nella famiglia delle auto ibride plug-in, ossia dotate di motore elettrico, ricaricabile sia tramite motore di supporto a combustione, che tramite ricarica a corrente.

Quale che sia il posizionamento di questa moderna city car, rimane sicuramente un prodotto interessante per ridurre ingombro e inquinamento durante gli spostamenti urbani (e non solo urbani, dovessero davvero arrivare a questa autonomia!).

Leggi anche:

 

{ 1 comment… read it below or add one }

Naressi Silvano settembre 6, 2012 @ 1:50 pm

conoscendo cosa offre attualmente il mercato in termini di autonomia sulle auto elettriche, già la soglia dei 500 Km è un valore di tutto rispetto, se poi si raggiungono i 600 Km la cosa è eccellente, anche se con la soluzione addottata usciamo dalla tecnologia puramente elettrica.

Rispondi

Cancel reply

Leave a Comment