Notizie

Un Facebook per animali per esplorare le basi della socialità

Mettere ‘in rete’ i comportamenti degli animali per studiarne preferenze, rituali, socialità e relazioni esattamente come succede per noi umani su Facebook. È questa l’ultima trovata di alcuni ricercatori inglesi dell’ Università di Oxoford, che hanno testato l’innovativo – quanto curioso –  metodo su un gruppo di cinciallegre dimoranti in un boschetto della città.

Un Facebook per animali per esplorare le basi della socialità

L’obiettivo è osservare fin nei minimi dettagli il comportamento degli animali (in questo caso gli uccelli) cercando di scoprire i rapporti di ‘amicizia’ dei membri della comunità, la genuinità di queste relazioni, i comportamenti assunti per cercare un compagno/a per l’accoppiamento.

Quello che gli studiosi sono riusciti a dimostrare è che è possibile costruire un modello di social network anche per gli animali basato su una quantità ingente di dati raccolti durante le osservazioni e gli studi preliminari. Incrociando e mettendo in rete tali dati è possibile rivelare chi sono i membri dello stesso gruppo, quali sono gli uccelli che frequentano regolarmente i ‘raduni’ o gli ‘eventi’ della comunità e quali i visitatori ‘occasionali’ che simulano un finto interesse solo per accaparrarsi del cibo o un partner.

I primi risultati della ricerca sono stati pubblicati dall’autorevole rivista britannica Journal of Royal Society che ha seguito da vicino le attività del gruppo di ricerca.

I dati sono stati raccolti grazie a speciali transponder e sensori attaccati a migliaia di uccelli, che hanno registrato tutti i movimenti ‘da e fuori’ dallo stormo. I ricercatori hanno così potuto isolare gli uccelli ‘amici’, frequentatori abituali che condividevano con la comunità anche i pasti, e gli uccelli che frequentavano il gruppo solo nel periodo dell’accoppiamento.

Interessanti le conclusioni a cui sono arrivati gli studiosi dopo una prima verifica dei dati raccolti: gli uccelli non si riuniscono a caso, ma scelgono accuratamente gli altri membri della popolazione con cui interagiscono e stabiliscono con essi legami sociali forti e duraturi.

L’ennesima prova della cura con cui gli animali ‘coltivano’ le proprie relazioni sociali, forse anche meglio di noi umani…

Leggi anche:
Map of Life: per sapere tutto su animali e piante nel mondo

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close