Notizie

Un grano non OGM che resiste a livelli più elevati di sale aiuterà chi è vittima dei cambiamenti climatici

Un super grano, tutto naturale, capace di opporsi ai livelli troppo alti di salinità del suolo causati dai cambiamenti climatici. La notizia è arrivata come una ciliegina sulla torta proprio in occasione dell’ultima edizione della Giornata Mondiale della Terra ed è stata salutata con grande entusiasmo da esperti, scienziati e climatologi internazionali poiché potrebbe risolvere una delle future piaghe dell’umanità legata alla produzione alimentare.

Un grano non OGM che resiste a livelli più elevati di sale aiuterà chi è vittima dei cambiamenti climatici

Già, perché negli ultimi tempi il problema della salinità eccesiva del terreno si è diffuso al 20% delle superfici agricole di tutto il Mondo, mettendo a rischio molte varietà di grano duro, alimento fondamentale della catena alimentare.

Inaspettatamente, alcuni ricercatori australiani hanno messo a punto una ‘super varietà’ di grano che ben si adatta a simili condizioni e che è in grado di produrre il 25% in più rispetto alle varietà tradizionali. Ma la cosa più straordinaria è che il super grano non è geneticamente modificato, ma ottenuto da una serie di incroci naturali.

Analizzando la struttura genetica di alcune piante, infatti, gli scienziati hanno isolato un gene capace di aiutare la pianta a tollerare il sodio presente nel suolo.

Una scoperta che spalanca le porte a una serie di ricerche più approfondite anche su altre varietà vegetali e che potrebbe dare una mano concreta alla lotta della scienza contro la fame nel mondo.

Vedi anche:

 

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Un commento

  1. Sarebbe interessante sapere sin da ora che prezzo potrebbe avere in caso di calamità… visto che le sorprese sono sempre all’ordine del giorno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close