Categories: Design

Un mobile per bici che arreda la casa

Quante volte avete usato la vostra cyclette come appendiabiti in camera? Adesso anche il design ci fa un pensierino e utilizza la bici come complemento d’arredo per i vostri salotti.

L’idea un po’ bizzarra è di un designer cileno, Manuel Rossi, che ha realizzato un nuovo marchio di mobili chiamato Chol#1.

Questa linea di mobili è stata realizzata in legno naturale ed è disponibile in diverse tinte. Ogni pezzo d’arredamento presenta delle scanalature al cui interno è possibile inserire le ruote della bicicletta.

Un bel primo piano di questo mobile per bici o bici per mobile 😉

Così oltre ad aver abbellito il vostro appartamento avrete risolto il problema del posteggio delle due ruote, questione spesso imbarazzante per chi vive in città e non ha a disposizione cantine o garage.

Secondo il designer la bici è un bell’oggetto da esposizione e potrebbe presto rivoluzionare il modo di intendere gli spazi e l’arredamento.

Di certo questo vi obbligherà a tenerla costantemente pulita, anche se resta un po’ di perplessità su quanto possa essere igienico poggiare le due ruote affianco a libri e soprammobili.

Il designer con questa linea audace ha voluto lanciare anche un messaggio chiaro contro la vita sedentaria, un monito costante a preferire l’attività fisica e i mezzi sostenibili per circolare in città.

Una soluzione che i patiti delle due ruote apprezzeranno 😉

Al momento la linea Chol#1 è in vendita solo in Cile, ma presto Rossi punterà sul mercato europeo o statunitense, dove le infrastrutture urbane e la cultura della bici sono di gran lunga superiori alla realtà cilena.

Il marchio non ha un proprio sito web, per cui se volete curiosare questo è il link della pagina ufficiale su Facebook .

Voi siete pronti ad arredare il vostro salotto con due ruote sospese?

Se ti interessa, leggi anche:

Outbrain
Share
Published by
Alessia

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.