Notizie

Una coccinella asiatica uccide le cugine europee e americane

La coccinella asiatica – comunemente conosciuta come ‘Arlecchino‘ e dagli entomologi come harmonia axyridis – è stata introdotta in Europa ed America per combattere gli afidi, parassiti della pianta.

Una coccinella asiatica uccide le cugine europee e americane

E’ noto infatti che la coccinella è stata sempre tenuta in grande considerazione dall’uomo per l’aiuto che apporta alla lotta contro alcuni insetti che infestano le piante, sia quelle ornamentali, come le rose, sia quelle alimentari, come le graminacee e le leguminose.

SPECIALE: Antartide, nascono piante estranee all’ecosistema a causa dei turisti

E quella asiatica, essendo più aggressiva, è molto più utile per questa causa. Ma c’è un problema…

Nessuno si era infatti accorto del letale parassita ospitato dall’insetto, che sta uccidendo i suoi simili europei e americani. La scoperta l’ha fatta l’entomologo tedesco Andreas Vilcinskas, della Justus-Liebig-University di Giessen, in Germania. Ha paragonato il fenomeno alla conquista del nuovo mondo da parte degli europei. Infatti le malattie che portavano le spedizioni europee, come il vaiolo, hanno ucciso più popolazione locale di quanto non ne sia morta per effetto diretto della colonizzazione.

Lo studio di Vilcinskas e dei sui colleghi è stato appena pubblicato sulla rivista Science. Speriamo che un rimedio sia presto apportato, altrimenti Arlecchino rischia di fare una strage: non solo tra gli afidi ma anche tra i suoi cugini americani ed europei.

Luca Scialò

Nato a Napoli nel 1981 e laureato in Sociologia con indirizzo Mass Media e Comunicazione, scrive per TuttoGreen da maggio 2011. Collabora anche per altri portali, come articolista, ghost writer e come copywriter. Ha pubblicato alcuni libri per case editrici online e, per non farsi mancare niente, ha anche un suo blog: Le voci di dentro. Oltre alla scrittura e al cinema, altre sue grandi passioni sono viaggiare, il buon cibo e l’Inter. Quest’ultima, per la città in cui vive, gli ha comportato non pochi problemi. Ma è una "croce" che porta con orgoglio e piacere.

Articoli correlati

Un commento

  1. Tristissima cosa. Abbiamo già un invasore orientale attorno a casa, l’unica cosa che sembra aiutare le nostre care coccinelle è la presenza dell’inverno. Ormai è fatta, l’invasore arrivato resterà qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close