Salute

Vigoressia: l’ossessione per la forma fisica

Che cos'è, sintomi, cause e terapia

La vigoressia è un disturbo psicologico che si manifesta attraverso l’ossessione per raggiungere l’ipertrofia muscolare ed una certa forma fisica. Diffusa soprattutto tra i giovani uomini, ormai si sta sempre più diffondendo anche tra le donne che ambiscono ad avere fisici tonici, muscolosi e scolpiti. I soggetti che soffrono di questo disturbo, si allenano quotidianamente in maniera molto intensa, quasi estenuante, e seguono regimi alimentari iperproteici. Ma andiamo a vedere nel dettaglio quali sono i sintomi e le cause di questa malattia.

Che cos’è la vigoressia

Chiamata anche bigoressia o dismorfia muscolare, si tratta di una ossessione per la forma fisica perfetta e l’aumento della massa muscolare.

Recentemente, la vigoressia è stata inserita nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM 5) sotto la categoria “Disturbo Evitante/Restrittivo dell’assunzione di cibo”.

Questa patologia colpisce soprattutto i maschi ma, stando alle statistiche più recenti, si starebbe diffondendo anche fra le donne.

Per quanto riguarda l’età, la fascia anagrafica più colpita è quella compresa fra i 25 e i 35 anni, seguita poi dal gap 18-24. Inoltre, la vigoressia colpisce anche sempre più over 40.

Oltre all’ossessione per la muscolatura scolpita e definita, i vigoressici hanno altresì una percezione distorta del loro corpo: pur avendo fisici muscolosi ed ipertrofici, si vedono sempre minuti, flaccidi e con poco tono muscolare.

Quali sono i sintomi della vigoressia

  • Allenarsi quotidianamente e per molte ore
  • Confrontare il proprio fisico a quello degli altri
  • Seguire un’alimentazione ad alto contenuto proteico
  • Sentirsi in colpa se si salta un allenamento o se si sgarra a tavola
  • Trascurare tutto il resto (vita sociale, lavoro…) per allenarsi, per continuare il proprio regime alimentare e/o perché ci i vergogna per il proprio aspetto fisico
  • Assumere farmaci e steroidi anabolizzanti per aumentare il tono muscolare
  • Non essere soddisfatti del proprio aspetto e, di conseguenza, soffrire di depressione o provare rabbia
  • Provare perenne insoddisfazione per i risultati fisici raggiunti perché li si considerano sempre inferiori rispetto alle proprie aspettative
  • Osservarsi di continuo allo specchio

Cosa fa chi soffre di vigoressia

Chi è affetto da questo disturbo, è fissato sul pensiero che il suo fisico non sia come dovrebbe/vorrebbe, e pertanto si allena intensamente ogni giorno e segue una alimentazione ricca di proteine. Nei casi estremi, chi soffre di vigoressia assume anche steroidi per aumentare la massa muscolare.

Il pensiero fisso del vigoressico è il fitness, correlato al suo corpo e alla sua immagine.

La palestra e l’allenamento non vengono visti come un modo “sano” per tenersi in forma e/o come valvola di sfogo per scaricare lo stress, ma come un dovere, un impegno improcrastinabile ed anzi, da ottemperare in maniera molto intensa al punto da arrivare a limiti quali il sovra-allenamento.

Per diagnosticare la vigoressia, ci sono 4 comportamenti tipici del vigoressico.

  • Esercizio fisico e alimentazione sono la priorità assoluta nella vita di tutti i giorni
  • L’allenamento costante porta il soggetto a tralasciare il lavoro e le relazioni con gli altri
  • Il soggetto continua l’allenamento anche in caso di infortunio
  • Chi soffre di vigoressia non ama mostrare il proprio corpo agli altri perché si sente inadeguato non vedendosi sufficientemente muscoloso

Per parlare di vigoressia, basta la presenza di almeno 2 dei predetti comportamenti.

La vigoressia è un disturbo psicologico relativamente nuovo, ma non per questo da sottovalutare.

Le cause della vigoressia

Ci sono varie cause, spesso fra loro combinate, che possono indurre alla vigoressia:

  • familiari: i genitori hanno trasmesso la continua ricerca alla perfezione o in famiglia c’è stato un rapporto poco equilibrato con l’aspetto fisico e/o col cibo
  • psicologiche: mancanza di autostima e riscontro (di apprezzamento o meno) da parte degli altri
  • sociali: forte pressione circa l’estetica, la bellezza e la forma fisica da parte di mass media e social network

Come si cura la vigoressia

Una volta riconosciuta, la vigoressia va trattata adeguatamente in quanto può avere ripercussioni negative sulla qualità della vita del soggetto (lavoro, vita sociale) ed anche sulla sua salute, specie se questi fa uso di steroidi anabolizzanti che possono portare ad effetti collaterali anche gravi come l’ipertrofia cardiaca, l’intossicazione epatica, l’atrofia testicolare, etc…

Il primo passo verso la guarigione è riconoscere di avere un problema di tipo psicologico, accettando la propria condizione e rendendosi conto dei propri comportamenti.

Trattandosi di un disturbo psicologico, il trattamento di prima scelta consiste nella psicoterapia, meglio se ad indirizzo cognitivo-comportamentale, eventualmente combinata ad una terapia farmacologica a base di antidepressivi.

Occorre quindi rivolgersi ad uno psicologo o ad uno psicoterapeuta.

Si sono rivelate utili anche sessioni di mindfulness o meditazione, volte a raggiungere una maggior consapevolezza circa la propria presenza sia fisica che mentale.

Altri approfondimenti

Ecco articoli che vi consigliamo di leggere:

Outbrain
Published by
Federica Ermete

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.