Notizie

World Energy Outlook: aumenterà ancora il consumo di petrolio nei prossimi 25 anni

Nonostante  le proiezioni ottimistiche sulle rinnovabili (nello scorso fine settimana la Germania ha soddisfatto il 50% del proprio fabbisogno da rinnovabili, ndr) ed i vari incidenti che funestano il nostro Pianeta ormai da un ventennio dovuti al trasporto dell’oro nero, sembra purtroppo che nel Mondo il petrolio non passierà molto facilmente “di moda”.

World Energy Outlook: aumenterà ancora il consumo di petrolio nei prossimi 25 anni

Secondo l’ultima edizione della consueta ricerca dell’International Energy Agency denominata World Energy Outlook, nei prossimi 25 anni la domanda di greggio passerà dagli odierni 88 milioni di barili al giorno ai 99milioni.

Una domanda che dalla ricerca si evince sarà proiettata verso i Paesi del Medio Oriente e del Nord Africa.

Per quanto riguarda quest’ultimo, saranno spesi 2.700 miliardi di dollari di investimenti per esplorazioni e produzione di petrolio.

Quanto al Medio Oriente, i costi medi di estrazione passeranno dai poco più di 12 dollari al barile del 2011 a più di 15 dollari nel 2035, con l’aumento della produzione di oltre 17 milioni di barili giorni.

A fronte di tali costi, i produttori di petrolio sono portati a spingersi laddove l’oro nero non viene ancora estratto o lo è limitatamente, come ad esempio in America Latina, dove il petrolio situato nelle acque profonde cresce di importanza.

Un quadro insomma non propriamente positivo per chi ama le rinnovabili, ma noi ci crediamo e speriamo che queste proiezioni vengano smentite

Luca Scialò

Nato a Napoli nel 1981 e laureato in Sociologia con indirizzo Mass Media e Comunicazione, scrive per TuttoGreen da maggio 2011. Collabora anche per altri portali, come articolista, ghost writer e come copywriter. Ha pubblicato alcuni libri per case editrici online e, per non farsi mancare niente, ha anche un suo blog: Le voci di dentro. Oltre alla scrittura e al cinema, altre sue grandi passioni sono viaggiare, il buon cibo e l’Inter. Quest’ultima, per la città in cui vive, gli ha comportato non pochi problemi. Ma è una "croce" che porta con orgoglio e piacere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button