Smart metering: una nuova generazione di contatori elettrici intelligenti per risparmiare energia

di Marco Grilli del 24 novembre 2014

Grazie a contatori elettrici intelligenti (in inglese smart meter) si può avere un consistente risparmio in bolletta perché regolano in modo efficiente i consumi dei nostri elettrodomestici e presto anche del gas.

Una nuova generazione di contatori elettrici intelligenti ha invaso le case degli italiani, facendo del nostro Paese il leader europeo nello smart metering, grazie ai suoi 34 milioni di contatori elettronici intelligenti in servizio, che raggiungono il 97% della popolazione.

Ma di cosa si tratta? Lo smart metering permette rendere più efficiente la nostra casa perché misura i consumi di luce, gas e acqua, ma permette anche di valutare eventuali dispersioni di energia di un impianto o di un edificio e controllarne i consumi ed il risparmio energetico conseguito da un intervento di riqualificazione.

Un contatore smart può comunicare e intervenire sugli impianti regolando l’erogazione di energia e intervenendo in caso di problematiche o guasti, senza dover ricorrere all’intervento sul posto. I sistemi più evoluti utilizzano sensori wireless per comunicare con gli impianti e con l’utilizzatore, utilizzando tecnologie mature e diffuse sul mercato, a prezzi accessibili. Lo smart metering è utile sia per la rete di distribuzione che per chi consuma energia, dal condominio alla singola unità abitativa, perché con un costo contenuto permette da sola di valutare i consumi energetici e alla luce dei risultati riscontrati programmare interventi di efficientamento.

Per la sua utilità a basso prezzo, quindi, è in crescita il mercato dei contatori energetici intelligenti (smart meter), con un valore salito dai 5,2 miliardi del 2012 ai 7,4 previsti nei prossimi anni. Secondo le previsioni della società Telefonica, entro il 2020 l’80% delle famiglie europee avrà gratuitamente nelle proprie case questi dispositivi, che raggiungeranno presto la cifra di 800 milioni di unità in tutto il mondo.

smart-metering-hotspots

Entro il 2020 l’80% delle famiglie europee avrà gratuitamente nelle proprie case questi dispositivi

In Italia da quest’anno vi è inoltre una novità, perché l’Autorità per l’energia ha stabilito l’utilizzo di tali dispositivi anche per la misurazione dei consumi di gas. Il processo di sostituzione, che entro la fine di quest’anno riguarderà 450mila apparecchi, sarà graduale e punta a raggiungere l’obiettivo di 12 milioni di installazioni entro il 2018.

Per promuovere la diffusione dello smart metering e l’innovazione delle reti, sono stati attivati anche dei progetti pilota per favorire sempre più la diffusione di contatori intelligenti  multiservizio, dispositivi che misurano i consumi di acqua, luce e gas, ma sono anche capaci di intervenire da remoto sugli impianti per regolare lo scambio di energia, così da evitare gli sprechi.

L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico ha annunciato la sperimentazione a livello nazionale di soluzioni di teleriscaldamento e smart meter multiservizio per circa 60mila punti di fornitura, in varie città italiane di diverse dimensioni.

La rivoluzione dei contatori elettronici intelligenti ha consentito agli utenti una maggior semplicità e trasparenza nella rilevazione e nel controllo dei consumi, nonché la possibilità di gestione a distanza dei clienti da parte degli operatori.

Smart metering monitor

Il monitor di un sistema di smart metering

Potrebbe piacerti:  Contatore elettronico: questo sconosciuto!

Grazie agli smart meter, i cittadini diventano protagonisti poiché possono accedere alle informazioni sui loro consumi e comunicare da remoto le letture. Tenere sott’occhio quei dati può aiutare infatti a regolare meglio le proprie abitudini riguardo l’utilizzo di energia elettrica, risparmiando in bolletta ed evitando sprechi. Numerosi studi pubblicati negli ultimi anni son giunti a conclusioni simili: fornire ai consumatori un feedback in tempo reale sul loro consumo di energia elettrica, attraverso un apposito dispositivo di visualizzazione, concorre a una riduzione del consumo dal 3 al 10%.

Notevoli sono i vantaggi anche per i gestori delle reti di distribuzione, che usufruendo di questi nuovi dispositivi possono ottenere informazioni più dettagliate sull’utilizzo di energia elettrica da parte dei clienti, ridurre varie spese operative, compresi i costi per le operazioni di lettura dei contatori, evitare i furti di potenza e tutti i problemi connessi, e infine rilevare in modo rapido le interruzioni di corrente e i vari malfunzionamenti, senza dover intervenire sul posto.

I benefici di questi innovativi dispositivi riguardano dunque numerosi attori del settore energetico e possono creare nuove opportunità di affari, soprattutto nella generazione di attività e servizi accessori.

Leggi anche: Ecco alcune delle migliori invenzioni per un futuro più green ed eco-sostenibile

La diffusione dello smart metering al settore del gas permetterà ora ai clienti di avere maggior consapevolezza anche in questo tipo di consumi, garantendo un miglioramento del servizio di vendita e distribuzione del gas naturale Il sistema di misurazione intelligente consentirà di eliminare il ricorso alle stime per la fatturazione dei consumi e di conseguenza la continua emissione di conguagli, mentre per gli operatori sarà possibile effettuare da remoto e in modalità automatica tutte le operazioni di modifica (cessazioni, subentri, nuovi allacci) in caso di cambiamenti contrattuali.

GUIDA: Smart grid, cosa sono?

Al di là dei vantaggi prodotti dalla rivoluzione dei contatori elettronici intelligenti, non possiamo però trascurare il fatto che alcuni consumatori restano scettici e resistono all’idea di installare un sistema intelligente. Alcuni gruppi di utenti in Europa e Nord America evidenziano le preoccupazioni circa l’accuratezza dei dispositivi, la sicurezza dei dati e la salute.

Nel nostro Paese alcuni consumatori, e non solo, hanno manifestato una certa diffidenza riguardo alla posizione dominante sul mercato dell’energia assunta da Enel, sulla trasparenza dei controlli, sul corretto funzionamento degli apparecchi e, non da ultimo, sul fatto che gli stessi dispositivi vengano fabbricati prevalentemente in Cina. Adeguate campagne d’informazione e la garanzia della massima trasparenza su ogni procedura da parte dei gestori potranno forse fugare questi dubbi, ora che il passaggio agli smart meter pare un processo irreversibile.

smart-metering

Una nuova generazione di contatori elettrici intelligenti per risparmiare energia e in bolletta

Scopri anche:  Risparmio energetico: come non sprecare energia con la domotica

Entro la fine del prossimo anno, un nuovo sistema condiviso di smart metering funzionerà anche nel Regno Unito. Gli attuali contatori elettronici per l’elettricità e il gas verranno sostituti con altri più innovativi, che consentiranno nuove funzioni.

Sempre da remoto, alcuni smart meter consentono anche di eseguire le letture, cambiare fornitori e aggiornare le configurazioni e le informazioni sui prezzi. Così è lo stesso consumatore a decidere se e a quali organizzazioni esterne poter fornire l’accesso ai propri dati riportati sul contatore. In tal modo riceve continue informazioni sui migliori fornitori e sulle tariffe più convenienti.

La rivoluzione degli smart meter pare inarrestabile e in continua evoluzione.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *