Categories: Notizie

La teoria di Gandhi applicata all’eco-sostenibilità

La vita e il pensiero di Gandhi sono stati d’ispirazione per molte generazioni di attivisti sociali e ambientalisti. Di grande ispirazione è stato anche lo Swadeshi, il suo programma economico.

La teoria di Gandhi applicata all’eco-sostenibilità

Un testo che, a distanza di ormai un secolo, è più che mai attuale; tratta temi significativi, ancora oggi oggetto di discussione: la decrescita felice (di cui parlano Serge Latouche e Maurizio Pallante), la critica allo sviluppo (di Vandana Shiva e Wolfgang Sachs), la protezione della natura e la scelta vegetariana (Rifkin).

Ma cosa penserebbe oggi lo stesso Gandhi osservando la nostra società? Non possiamo saperlo, ma possiamo immaginarlo attraverso le sue citazioni.

«Al mondo c’è abbastanza per soddisfare i bisogni di tutti» diceva Gandhi  «ma non l’avidità di tutti». L’espansione economica su scala globale mira al profitto individuale e corporativo. Al contrario, l’economia su scala locale promossa da Gandhi è interessata al benessere comunitario, incoraggia l’eco-sostenibilità, il rispetto per risorse naturali ed esseri viventi.

«La differenza tra ciò che facciamo e ciò che siamo capaci di fare sarebbe sufficiente a risolvere la maggior parte dei problemi del mondo». Ciò vale sia per gli individui sia per le nazioni, le quali oggi hanno il know-how necessario per investire in modelli sostenibili. Invece scelgono di rincorrere un’economia ormai logora, bloccata a dei modelli superati.

Qualcuno chiese a Gandhi: «Che cosa pensa della civiltà occidentale?». Lui rispose: «Se ci fosse, non sarebbe una cattiva idea». Gandhi non poteva concepire come civile una società in cui i lavoratori lavoravano senza diritti, gli animali erano sottoposti a vivisezione o trattati con crudeltà negli allevamenti e in cui l’attività economica portava inevitabilmente alla devastazione ecologica.

Da allora sono passati quasi cento anni.

Piccoli passi sono stati fatti, molti altri sono da fare. Dopotutto, il vero cambiamento parte anche da ciascuno di noi.

Leggi anche:

Published by
Simona Treré